DIFESA SUOLO, DALLO STATO 26 MILIONI PER 13 INTERVENTI IN 8 PROVINCE LOMBARDE

MILANO – Ammontano a 26 milioni di euro le risorse finalmente sbloccate dal Ministero per l’Ambiente e la Tutela del Territorio a favore della Lombardia: serviranno per finanziare 13 interventi di difesa del suolo in 8 province lombarde, proposti già a luglio 2018 dal presidente della Giunta regionale Attilio Fontana, in qualità di Commissario per il dissesto idrogeologico, e per i quali il Ministero dell’Ambiente aveva già finanziato la  progettazione esecutiva sul ‘Fondo Progettazioni’ dal Ministero stesso. 

I fondi del ministero sono stati ufficialmente recepiti da Regione Lombardia e destinati agli enti attuatori con l’approvazione di una delibera proposta dall’assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni. 

“Fortunatamente – ha commentato l’assessore al Territorio e protezione civile Pietro Foroni – abbiamo già provveduto come Regione Lombardia a un poderoso investimento in materia di difesa di suolo e di contrasto ai dissesti idrogeologici, stanziando oltre 137 milioni di euro un paio di settimane fa nell’ambito del cosiddetto ‘Piano Lombardia’”. 

“Dal canto suo il Governo – ha quindi aggiunto l’assessore regionale – si è degnato, finalmente, di destinarci queste risorse che, seppur utili, non sono che una minima parte di quanto spetterebbe alla nostra regione per far fronte a una situazione sempre più complicata dal punto di vista della gestione finanziaria. E’ di un mese fa l’ultima ondata eccezionale di maltempo, che ha causato decine di milioni di danni, e per la quale siamo intenzionati a richiedere almeno lo stato di emergenza allo Stato centrale”.

Come sottolineava nemmeno un anno fa la Corte dei conti, nella relazione sul ‘Fondo per la progettazione degli interventi contro il dissesto idrogeologico (2016-2018)’, le risorse effettivamente erogate alle Regioni, a partire dal 2017, rappresentavano solo il 19,9 % del totale complessivo in dotazione. 

I 13 interventi in dettaglio, suddivisi per provincia:

BERGAMO – Comune di Valtorta, località Frasnida, ripristino manutenzione e implementazione paravalanghe, 790mila euro.

BRESCIA – Comune di Provaglio d’Iseo, località Gresine Madonna del Corno, messa in sicurezza dal crollo di massi lungo il versante, 498mila euro; Comune di Sonico, torrente Rabbia, protezione da scalzamento di difese spondali, 1,7 milioni di euro; Comune di Pian Camuno, località Roncaglia e Valle Pelucco, realizzazione galleria drenante per riduzione rischio idrogeologico dell’area in frana Roncaglia, 2.592.212 euro.

Comune di Cellatica, realizzazione aree di laminazione del torrente Canale in territorio comunale, 2.585.986 euro.

COMO – Comune di Caslino d’Erba, località via Damaello, mitigazione del rischio idrogeologico dell’abitato, 660mila euro.

CREMONA – Comune di Stagno Lombardo, rifacimento chiavica del Fossadone sull’argine maestro sinistra di Po, 2.421.850 euro.

LECCO – Comune di Colico, da località Robustello e la Gera fino a valle, opere idrauliche del torrente Inganna a difesa della frazione di Colico, 1 milione di euro.

LODI – Comune di Lodi, opere di contenimento dei livelli di sponda sinistra del fiume Adda in territorio comunale, 5,5 milioni di euro.

PAVIA – Comune di Ponte Nizza, località Vignola, messa in sicurezza della parete rocciosa sovrastante il centro abitato della frazione Vignola, 280mila euro; Comune di Corana, adeguamento argine maestro in destra Po in prossimità della confluenza con il torrente Curone, 2,5 milioni di euro.

SONDRIO – Comune di Forcola, località Sirta, sistemazione idrogeologica torrente Fabiolo, 750mila euro; Comune di Chiesa in Valmalenco, località Corno di Braccia, consolidamento vallo paravalanghe, 5,5 milioni di euro. Totale 26.778.048 euro.

(LNews)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.