PREMIO SPECIALE ALLA BASSA ROMAGNA ALLA QUINTA EDIZIONE DEI “CRESCO AWARDS CITTA’ SOSTENIBILI”

Il riconoscimento è andato al progetto “Infanzia e natura” per le esperienze educative all’aperto

BASSA ROMAGNA – L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna si è aggiudicata il premio speciale “Per l’educazione finanziaria, imprenditoriale e lo sviluppo sostenibile” messo in palio da UBI Banca nell’ambito dell’edizione 2020 dei “Cresco Awards Città Sostenibili”, grazie al progetto “Infanzia e natura”.

I Cresco Awards, promossi da Fondazione Sodalitas in collaborazione con Anci e con il patrocinio della Commissione europea e del Ministero dell’Ambiente, premiano l’impegno dei Comuni italiani per lo sviluppo sostenibile dei territori in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu.

Anche quest’anno sono stati candidati un centinaio di progetti da 83 enti (Comuni, Città metropolitane, Comunità montane o Unioni di Comuni di tutta Italia), che si aggiungono agli oltre 500 presentati nelle scorse edizioni.

Per il secondo anno consecutivo, la Bassa Romagna si è aggiudicata il premio speciale nella categoria “Per l’educazione finanziaria, imprenditoriale e lo sviluppo sostenibile”.

La sindaca di Conselice Paola Pula, referente per l’Ambiente dell’Unione, ha ritirato virtualmente il premio durante L’assemblea nazionale Anci e ha tenuto a sottolineare come “il progetto Infanzia e natura miri a consolidare, nei nidi e nelle materne del territorio della Bassa Romagna, esperienze educative che favoriscano un contatto pressoché quotidiano tra bambini e natura, mettendo al centro delle attività un rapporto costante con il giardino scolastico e gli spazi esterni della scuola”.

In particolare – ha aggiunto la sindaca -, i Servizi Educativi 0-6 anni dell’Unione Bassa Romagna, il Coordinamento pedagogico e il Centro di educazione alla sostenibilità Ceas Bassa Romagna hanno avviato con successo ormai da qualche anno la formazione e la sperimentazione di pratiche di outdoor education, supportate a livello scientifico dall’Università di Bologna e dalla Rete di educazione alla sostenibilità (Res) della Emilia-Romagna”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.