LAVORI RETI DEL GAS E TELERISCALDAMENTO: POSITIVO IL CONFRONTO TRA COMUNE E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA

MANTOVA – In vista dell’apertura del cantiere per la riqualificazione della rete gas e per l’ampliamento della rete di teleriscaldamento da parte di Tea, l’Amministrazione ha incontrato le associazioni di categoria del commercio cittadino.

Oggetto del confronto è stata l’illustrazione dei lavori e della cantierizzazione per la realizzazione delle opere. In questo contesto si è sviluppato un confronto positivo sulla condivisione del cronoprogramma dei lavori, con l’obiettivo di ridurre il più possibile le ricadute dovute ai lavori in corso sulle attività presenti nelle zone interessate.

L’amministrazione, rappresentata dagli assessori Nicola Martinelli e Iacopo Rebecchi, insieme al dirigente Paolo Perantoni e i rappresentanti di Tea, ha presentato il programma lavori alle delegazioni di Confcommercio, rappresentata da Nicola Dal Dosso e Stefano Gola, e di Confesercenti, rappresentata da Stefano Solci e Simone Nasi.

“In occasione di cantieri così importanti – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici Nicola Martinelli – la collaborazione con i commerciati è preziosa. Prima dell’inizio dei lavori, andremo con i responsabili del cantiere da ogni negoziante per raccogliere le sue peculiari necessità”. “Le date concordate – ha aggiunto l’assessore al Commercio Iacopo Rebecchi – permetteranno di eseguire lavori fondamentali per la città, realizzandoli in un periodo che riduce al minimo le ricadute sul commercio. A Pasqua i lavori saranno terminati”.

“Dato che si tratta di lavori necessari e improrogabili, meglio prima che dopo – sintetizza  Stefano Gola, vicepresidente di Confcommercio Mantova con delega al territorio -, abbiamo espresso il parere favorevole alla proposta del Comune di attivare il cantiere subito dopo l’Epifania con la promessa di arrivare ad una conclusione entro marzo, per limitare il più possibile l’impatto sulle attività interessate: quei mesi saranno ancora caratterizzati, purtroppo, dall’emergenza in corso e da temperature che non consentiranno  l’utilizzo dei plateatici. Il disagio per i nostri colleghi sarà mitigato rispetto all’eventualità di avviare i lavori a maggio. Apprezziamo la disponibilità dell’assessore Martinelli di confrontarsi direttamente con gli operatori interessati per illustrare il cronoprogramma”.

 “I lavori di riqualificazione e adeguamento sono necessari ma portano problemi per le imprese del terziario se non concordati e coordinati – hanno proseguito Stefano Solci e Simone Nasi della delegazione Confesercenti -. Ci ha fatto piacere l’incontro indetto dall’Amministrazione nel quale si è potuto condividere la partenza dei lavori e la chiusura al 31 marzo 2021. A Pasqua, nell’aprile 2021, ci auguriamo, potremo tutti avere un po’ di normalità rispetto all’emergenza sanitaria. Abbiamo valutato questo periodo meno impattante di altri per le imprese maggiormente interessate e del centro storico, alla luce delle prescrizioni del Covid e rispetto a un periodo storicamente fiacco commercialmente parlando. E’ stato chiesto come avvenuto anche nel recente passato di tenere un canale aperto di comunicazione per esigenze che dovessero sorgere durante i lavori, modalità apprezzata dalle imprese”.

Nel periodo compreso tra l’11 gennaio e il 1 aprile 2021 è previsto da parte di Tea un importante intervento di estensione della rete di distribuzione del teleriscaldamento e di riqualificazione della rete gas. Il cantiere sarà suddiviso in due fasi. La prima interesserà l’incrocio tra la fine dei Portici Broletto, il Volto di San Pietro, via Accademia, via Cavour, piazza Sordello e via Tazzoli. Questa prima fase terminerà a fine febbraio. La seconda vedrà un intervento su via Cavour nel tratto che parte dall’incrocio con portici Broletto sino all’incrocio via Sant’Agnese. Tale intervento terminerà il 1 di aprile.

La chiusura ad anello della rete del teleriscaldamento consentirà di incrementare la sua resilienza nella parte nord del centro storico rafforzandone contemporaneamente efficienza e continuità di servizio, in corrispondenza di utenze sensibili quali ad esempio l’Istituto Geriatrico Mazzali di via Trento.

Durante l’apertura del cantiere verrà garantito il transito pedonale tra i 4 rami dell’incrocio e per il tratto interessato di via Cavour sarà garantito l’accesso ai passi carrai. Prima dell’avvio dei lavori ci sarà un confronto con i negozianti per comprendere le loro esigenze di carico e scarico. Ogni fase sarà tempestivamente comunicata e le variazioni alla viabilità adeguatamente segnalate.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.