UN TERMOSCANNER DONATO A CASA GIOIA DA GEAR.IT: PIU’ SICUREZZA PER GLI UTENTI DISABILI E IL PERSONALE

A Casa Gioia gli accessi degli utenti, dei volontari e del personale oggi sono ancora più sicuri. Nella sede della cooperativa sociale, centro di ricerca sulla scienza ABA (Applied Behavior Analysis) per il sostegno delle persone con disabilità cognitive e autismo, è stata collocata una colonnina termoscanner per la rilevazione puntuale e precisa della temperatura corporea. Un modo per prevenire al meglio eventuali rischi di contagio da Covid-19.

La colonnina termoscanner, posizionata proprio all’ingresso di Casa Gioia, è stata donata da GEAR.it, azienda reggiana specializzata nello sviluppo di applicazioni per il mondo mobile che, durante l’emergenza sanitaria, ha creato il dispositivo con un software completamente italiano. Stamattina all’appuntamento per la consegna e l’installazione del dispositivo, tra la curiosità degli utenti di Casa Gioia, erano presenti la presidente di Casa Gioia Stefania Azzali, i professionisti della struttura e il presidente di GEAR.it Fausto Piccinini.

“Gesti come questo – ha detto Stefania Azzali – ci danno forza e ci fanno capire come il nostro impegno per sostenere tante famiglie con disabili cognitivi e autistici è compreso. Avere il sostegno di un’azienda come GEAR.it è dunque un passo importante e ringrazio per questo prezioso gesto. L’aiuto del mondo imprenditoriale è centrale per progettare un futuro che sia fatto di inclusione e solidarietà, sempre più importante in un mondo in cui la famiglia si sta restringendo. Questa donazione ci aiuterà a tutelare ancor più gli utenti disabili della struttura, fascia particolarmente esposta ai rischi del virus”.

“Quando ho conosciuto la realtà di Casa Gioia – ha spiegato Fausto Piccinini – ho conosciuto un progetto innovativo capace di promuovere un cambiamento positivo per la società mettendo al centro le persone e pensando a soluzioni sostenibili per il futuro, a sfide sociali come il lavoro, la salute, la coesione. Non a caso la cooperativa è tra le Start Up tecnologiche a impatto sociale della Regione Emilia-Romagna. Credo che realtà come questa, capaci di integrarsi e comunicare con le imprese, siano un valore importante per il territorio. Noi diamo il nostro contributo con un dispositivo nato per tutelare la salute in una stagione difficile, soprattutto per i soggetti più vulnerabili”.

I primi a testare la funzionalità del termoscanner sono stati proprio gli utenti del centro di via Flavio Gioia 5, che hanno potuto anche verificare come il dispositivo rilevi la presenza o meno della mascherina.

Un pensiero su “UN TERMOSCANNER DONATO A CASA GIOIA DA GEAR.IT: PIU’ SICUREZZA PER GLI UTENTI DISABILI E IL PERSONALE

  1. Complimenti, siete riusciti a fare incontrare due TECNOLOGIE ugualmente efficaci nella gestione di comportamenti: quella informatica e quella comportamentale, appunto!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.