LOMBARDIA ZONA ROSSA DA LUNEDÌ, FONTANA: CHIESTO A GOVERNO DI GARANTIRE SCUOLA ‘IN PRESENZA’ AI FIGLI DEL PERSONALE SANITARIO

“Per ora non abbiamo ancora notizie ufficiali anche se i dati, che sono stati valutati, portano nella direzione di collocare la Lombardia, da lunedì, in zona rossa”. Lo ha detto oggi il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, al termine di un incontro tra le Regioni e il ministro Mariastella Gelmini.

Il governatore ha quindi ribadito “di aver richiesto, ancora una volta, al Governo che venisse prevista la possibilità, per i figli del personale sanitario, di proseguire la frequenza della scuola ‘in presenza’. Richiesta che – ha concluso il presidente Fontana – dovrebbe essere inserita nel nuovo Decreto legge”.

Ricordiamo che dal 15 marzo al 6 aprile le Regioni gialle diventano arancioni mentre quelle con più di 250 casi settimanali ogni 100mila abitanti passano automaticamente in zona rossa.

Dal 3 al 5 aprile le restrizioni previste per la zona rossa si applicheranno su tutto il territorio nazionale ad eccezione delle Regioni in zona bianca.

Pasqua e pasquetta giorni blindati ma ok alle visite in Regione.

Per le festività pasquali, dal 3 al 5 aprile, le misure previste per la zona rossa si applicheranno su tutto il territorio nazionale. Sarà comunque possibile spostarsi all’interno della propria regione verso una sola abitazione privata, una volta al giorno, massimo due persone.

Visite ad amici e parenti Ok in zona arancione alle visite a casa di amici e parenti che abitano nello stesso Comune, dalle 5 alle 22, massimo in due persone oltre ai minori di 14 anni dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e il 6 aprile. Lo spostamento non è consentito nei territori nei quali si applicano le misure stabilite per la zona rossa.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.