FESTIVAL DEI COLLI MORENICI: AL VIA LA RASSEGNA DI CONCERTI IN SEI SUGGESTIVE LOCATION DELL’ALTO MANTOVANO

Prenderà il via da Solferino il 9 luglio per concludersi l’8 settembre a Volta Mantovana la prima edizione del Festival dei Colli Morenici, un progetto artistico che porta la firma dell’Accademia musicale dei Colli Morenici, presieduta da Franco Marchesini, e che sarà coordinato dal m° Nicola Ferraresi.

Oltre alla tappa inaugurale e quella di congedo si avranno anche quelle: del 24 luglio a Ponti Sul Mincio nell’affascinante cornice di Forte Ardietti, del 29 luglio a Castellaro Lagusello, uno dei borghi più visitati per il paesaggio, storia, cultura e gastronomia, del 31 luglio a Cavriana all’interno di Villa Mirra, e del 6 agosto a Goito.

Questo iniziativa è per taluni versi il momento più significativo della ricorrenza festeggiata quest’anno dall’orchestra dei Colli Morenici, realtà del panorama musicale virgiliano nata quindici anni fa e che grazie all’impegno e alla professionalità dei propri componenti sta raggiungendo traguardo di rilievo internazionale.

Ai sei concerti inseriti in locandina, spettacoli itineranti che spazieranno in vari generi musicali e che coinvolgeranno sei dei Comuni dell’Alto Mantovano, hanno dato il proprio sostegno e patrocinio le amministrazioni comunali di Solferino, Cavriana, Ponti sul Mincio, Monzambano, Goito e Volta Mantovana.

Oltre ad essi il festival può contare anche sulla collaborazione da un lato con l’Associazione Colline Moreniche e dall’altro con il Consorzio Vini Mantovani,

Quest’ultimo proporrà al termine dei vari concerti gustose degustazioni.

Tutte le serate saranno ad ingresso libero grazie al supporto che gli organizzatori hanno ottenuto da varie aziende locali.

“Abbiamo pensato di festeggiare i primi 15 anni della nostra attività artistica – precisa il m° Nicola Ferraresi – con una manifestazione che racconterà attraverso i sei concerti allestiti il percorso che abbiamo compiuto. Dalla musica classica siamo approdati nel tempo ad un repertorio più moderno sino a giungere in questi anni ai brani che hanno segnato la storia del cinema”.

“Nel corso del festival, – ricorda il direttore artistico – che vuole essere anche un occasione per tornare alla normalità dopo un lungo periodo di inattività causa covid-19, saranno proposti spettacoli che sapranno coinvolgere le persone di tutte le generazioni. Colgo l’occasione di esprimere la nostra più sentita gratitudine a tutti coloro che si sono posti al nostro fianco per la realizzazione di questo progetto; dalle amministrazioni comunali all’Associazione Colline Moreniche, dalle varie aziende del territorio al Consorzio dei vini Mantovani”. Paolo Biondo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.