CERLONGO – PREMIO CASTELLO 2021 al maestro FRANCO MARGARI e al critico d’arte ROBERTA FIORINI

Domenica 10 ottobre apre la XVa edizione del “Premio Castello d’Arte Contemporanea” a Cerlongo di Goito presso il castello anche conosciuto come Villa Magnaguti.  Per l’occasione ad esporre le proprie opere, che sarà anche premiato, il Maestro FRANCO MARGARI di Firenze. Inaugurazione ore 10:45.

Durante l’inaugurazione della mostra verrà consegnato il “Premio Castello per meriti culturali, IIIª Edizione”, a ROBERTA FIORINI (Critico d’arte e curatrice di eventi).

Il Premio Castello d’Arte Contemporanea è organizzato dal Circolo Culturale “Castello” di Cerlongo, con il patrocinio del Comune Città di Goito e Anspi.

FRANCO MARGARI vive e lavora a Firenze. Inizia la sua esperienza artistica in campo grafico negli anni 80 e si specializza in tecniche incisorie, dai primi anni 90 si dedica contemporaneamente anche alla pittura.

In questo arco di tempo ha qualificato la sua attività espositiva partecipando a numerose collettive di prestigio e ha allestito molte personali, tra le più importanti quelle del 2000 alla Galleria Art Point Black con la quale ha presentato per la prima volta il suo ciclo “orizzonti”,così come in quelle al Centro d’Arte Puccini e alla Villa Medicea di Poggio Imperiale. Si ricorda inoltre la mostra del 2004 al Museo Diocesano di Firenze con 12 lavori ispirati al Vangelo di Giovanni, uno dei quali è presente nella collezione contemporanea del Museo e quella al Consiglio della Regione Toscana, dove ha esposto 20 lavori di intenso astrattismo evocativo, uno dei quali fa parte della Pinacoteca Regionale. Sempre nel 2004 ha partecipato al Concorso Internazionale Firenze e ha vinto il primo premio fiorino d’oro per la pittura.

«L’artista – come rileva nel 2003 Giampaolo Trotta – approda all’informale, mantenendo un solido substrato ‘grafico’, proveniente dalla sua consolidata preparazione nel campo del disegno e della figura, qualità indispensabile anche per gli artisti che, con la loro opera, si distanziano dalle forme riconoscibili e prospetticamente costruite. Le sue forme astratte, – continua Trotta – disegnate con la plastica materica, increspata e tormentata del colore (talvolta dalle lontane eco tardogotiche della pittura tedesca di Matthias Grünewald o dei ‘segni’ moderni di Georges Rouault) dato con decisione attraverso ampie e veloci pennellate, disegnano linee spezzate ed elementi primari, spesso diedri elementari di cristalli, scomposti e frantumati in una sorta d’esplosioni vitali. Ma è la luce, una luce bianca e pura come quella sognata dall’Umanesimo, che interviene plasmando e modificando la materia inerte».

Ha fatto parte, nel 2006 del movimento “NE5” con altri 4 artisti fiorentini, coi quali ha partecipato a vari eventi fra i quali il più importante la mostra al Palagio di Parte Guelfa a Firenze. Nel 2008 è presente al padiglione arte italiana a Pechino in occasione delle Olimpiadi, una sua opera fa parte della collezione del CONI. Nel 2010 inizia una collaborazione con la galleria americana Damoka Gallery che lo porta a fare due personali a Los Angeles e a New York.

Una importante personale è stata nel 2011 nei prestigiosi spazi del Circolo degli Artisti Casa di Dante a Firenze in occasione dei 150 anni dell’unità d’Italia. Si ripete nel 2013 sempre negli stessi spazi presentando i suoi ultimi lavori del ciclo “ respiri degli elementi“

Nel 2016 altra personale di rilievo alla Chiesa sconsacrata di Santa Maria dei Laici a Gubbio. Le ultime presenze dei suoi lavori sono nel 2016 ad Amsterdam -Istituto di Cultura Italiana, nel 2017 a Berlino – Galleria The Ballery – e Londra – ART MOOR HOUSE, 2018 Stoccolma GALLERIA SVEA. Mosca GALERIA MASTERSKAYA LEGA. Numerose sono le presenze in collezioni pubbliche e private.

ROBERTA FIORINI è nata nel 1954 a Firenze, dove risiede, e dove si è laureata in Storia dell’Arte, opera dai primi anni Ottanta come critico d’arte e curatore di eventi. Ha pubblicato i volumi di ricerca “Ceramica e riviste italiane dal 1898 al 1930” (MIC, Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza) e “Ceramica contemporanea in Italia” (Il Candelaio Edizioni, Firenze). Suoi testi sono pubblicati in numerose monografie d’artista e in “Cats”, libro di disegni di Antonio Ciccone, “Artisti in Toscana” e “Donne dell’Arte in Toscana” (Masso delle Fate, Signa – Firenze) e sulle riviste Faenza, periodico del Museo MIC ed Eco d’arte moderna (ed. Il Candelaio di Firenze) di cui è stata vicedirettore fino alla chiusura nel 2011.

Ha collaborato al volume ed alla raccolta di opere “Omaggio degli artisti contemporanei a Giovanni Boccaccio”, per il Comune di Certaldo (Firenze).

Dal 1986 al 2010 è stata membro della giuria del “Premio Italia per le Arti Visive”, promosso dalla rivista “Eco d’arte moderna” ed ha curato le mostre da questo derivanti in spazi pubblici di molte province italiane (particolarmente in area trentina, mantovana e veneta).

Dal 1993 al 2010 ha curato, per la “Galleria del Candelaio” di Firenze, le mostre in sede ed alle Fiere d’Arte in Italia e all’estero.

Dal 2007 al 2016 è stata curatore delle mostre “Percorsi d’arte in Biblioteca” per il Dipartimento Cultura del Comune di Pontassieve (Firenze).

Nel 2017 ha curato, insieme a Miya Ozaki, la mostra del libro d’artista presso la Prefectural Library di Wakayama (Osaka – Japan).

Dal 2011 è presidente (e fondatore, con Daniela Pronestì), di “Simultanea-Spazi d’Arte”, spazio curatoriale e associazione artistico-culturale che da Firenze ha promosso e organizzato mostre in varie città italiane e, all’estero, a Berlino e Stoccolma.

Dal 2014 è incaricata della selezione di artisti italiani per la rassegna internazionale “Manufaktura Satyry” di Zirardow (Polonia). A tutt’oggi è membro della commissione giudicatrice e segretario per la sezione Arti Visive della manifestazione internazionale “Premio Firenze” (organizzata dal Centro Culturale Firenze-Europa “Mario Conti”).

ORARI MOSTRA, dal 10 Ottobre al 24 Ottobre 2021: Venerdì: 18:00 – 22:00; Sabato: 11:00 – 22:00; Domenica: 11:00 – 22:00 Villa Magnaguti – P.le S. Pio X, 9 – Cerlongo di Goito (MN) INGRESSO LIBERO

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.