MANTOVA TEATRO: PRESENTATA LA STAGIONE DI PROSA TEATRO SOCIALE 2021/2022

Presentata presso la Sala Consiliare del Comune di Mantova la nuova stagione di prosa MANTOVA TEATRO 2021-2022, che segnerà la riapertura del Teatro Sociale di Mantova alla prosa dopo la chiusura forzata dello scorso anno. Fondazione Artioli e il Comune di Mantova presentano un calendario di spettacoli trasversale e poliedrico, con il quale il pubblico potrà tornare a vivere il teatro in totale sicurezza, che animerà il palco del Teatro Sociale da novembre ad aprile, in un caleidoscopio di spettacoli innovativi.

PRESENTAZIONE IN COMUNE DI MANTOVA TEATRO. DA SX: MATTIA PALAZZI, SINDACO DI MANTOVA e RAFFAELE LATAGLIATA, DIRETTORE ARTISTICO DELLA RASSEGNA

La stagione si aprirà giovedì 28 ottobre con uno spettacolo dal forte significato simbolico: Duum, che vede la Compagnia Sonics calcare il palco con uno spettacolo tra teatro e acrobatica, dove il linguaggio innovativo dell’opera ci propone la metafora della rinascita, così sentita in questo periodo. Martedì 9 novembre Eros Pagni porterà in scena un grande classico manzoniano: La notte dell’Innominato, che indaga a fondo l’animo umano attraverso un personaggio avvolto dalla tenebra, ma in cerca della luce. Lunedì 22 novembre Silvio Orlando sarà sul palco del Teatro Sociale con La vita davanti a sé, una storia commovente e ancora attualissima che ci insegna il “saper volere bene” con leggerezza e ironia.

Il 2021 si chiuderà giovedì 2 dicembre con Le leggi della gravità di Jean Tuelé, con Gabriele Lavia e Federica Di Martino che portano in scena la caduta fisica e quella delle coscienze.

Il 2022 si aprirà mercoledì 19 gennaio con Re Lear, una delle più grandi opere di William Shakespeare, con Glauco Mari e Roberta Sturno protagonisti di un dramma che racconta di fragilità, conflitti e turbamenti. Martedì 8 febbraio, Carrozzeria Orfeo tornerà al Teatro Sociale portando in scena Miracoli metropolitani, una storia distopica dalla quale affiorano temi e paure di grande attualità.

Martedì 8 marzo Anna Foglietta e Paola Minaccioni saranno di scena con L’attesa, un dramma che, attraverso la figura delle due protagoniste, affronta diversi temi tra i quali la clausura forzata, il pregiudizio, la maternità, il doppio.

Con le radici nella tradizione teatrale e uno sguardo contemporaneo e innovativo, le proposte della nuova stagione teatrale offrono un calendario di alto livello culturale, che diviene punto di incontro generazionale attento anche al gusto delle nuove generazioni. Il Teatro Sociale di Mantova, simbolo culturale della città, può ritornare ad accogliere un pubblico trasversale e composito che potrà così godere di un palinsesto eclettico e delle atmosfere che solo le esibizioni dal vivo possono rievocare.

Policy Prezzi

– Platea: € 30,00;

– I, II, III ordine di palchi: € 25,00;

– Loggia e loggione: € 15,00;

– Studenti superiori (loggia e loggione): € 10,00;

– Studenti e allievi Scuole teatro (palchi, loggia e loggione): € 15,00;

– Ridotto ass. in conv./Teatrinsieme: € 20,00 per palchi e € 25,00 per la platea;

– Abbonamento: € 180,00.

Biglietti in vendita

– online su Ticketone.it

– presso la biglietteria del Teatro Sociale di Mantova, P.zza Cavallotti 14/a – 46100 Mantova:

  Orari di apertura: Martedì dalle 10:00 alle 13:00, giovedì dalle 16:00 alle 19:00, sabato dalle 10:00 alle 13:00    

  Telefono 0376 1590869 – Mail boxofficemantova@gmail.com

www.mantovateatro.it

RAFFAELE LATAGLIATA, Direttore artistico – Torna finalmente ad alzarsi il sipario del Teatro Sociale di Mantova dopo la lunga chiusura imposta dall’emergenza sanitaria e torna la stagione di prosa organizzata dalla Fondazione “U. Artioli”, caratterizzata, come sempre, dall’alta qualità e dalla trasversalità delle proposte rivolte ad un pubblico il più eterogeneo possibile. Si parte con DUUMdei Sonics, uno spettacolo estremamente originale che coniuga al suo interno tante forme artistiche diverse: danza, arte acrobatica e poesia. “Duum” significa “salto”, inteso come “salto collettivo verso la bellezza perduta” e ci è parso che questo fosse il modo migliore per celebrare la rinascita e la ripartenza del teatro. La stagione più propriamente di prosa inizierà a Novembre quando, dopo il  debutto al Piccolo Teatro di Milano, approderà a Mantova Eros Pagni con La notte dell’Innominato, trasposizione teatrale delle celebri pagine de “I Promessi sposi” di Manzoni, seguito poi da Silvio Orlando che, con leggerezza ironia, tra  le pagine del commovente e ancora attualissimo romanzo di Romain Gary Emile Ajar, nella piece La vita davanti a sé, e da Gabriele Lavia, che porterà in scena per la prima volta in Italia, il thriller Le leggi della gravità, tratto dal romanzo francese di Jean Teulé. Il nuovo anno vedrà il ritorno a Mantova di uno dei giganti del teatro: Glauco Mauri, che porterà in scena Re Lear, la più titanica tragedia di Shakespeare.

Sarà poi la volta del nuovo irriverente spettacolo di Carrozzeria Orfeo dal titolo Miracoli metropolitani, una commedia dove si riderà tanto, ma dove in fondo forse non si sta ridendo affatto e poi di uno spettacolo totalmente al femminile con Anna Foglietta e Paola Minaccioni per la regia di Michela Cescon: L’attesa di Remo Binosi, testo che ha fatto conoscere l’autore veneto al grande pubblico.

FRANCESCO GHISI, Presidente di Fondazione Artioli – Una stagione di prosa dove contemporaneo e antico convivono alla perfezione grazie alla ricca proposta di Mantova Teatro 2021/2022 presentata da Fondazione “Umberto Artioli” Mantova Capitale Europea dello Spettacolo che si riconferma, anche quest’anno, partner del Comune di Mantova per la realizzazione di eventi culturali di alta qualità. Questi appuntamenti rappresentano non solo un’attenta selezione operata da Fondazione per attrarre un pubblico il più possibile eterogeneo, ma anche la possibilità di varcare finalmente le porte del Teatro che l’emergenza sanitaria aveva chiuso. L’obiettivo principale di queste proposte è, infatti, quello di riportare il Teatro Sociale ad essere il fulcro artistico e culturale della città richiamando, così come in passato, nuovo e fidelizzato pubblico, offrendo loro spettacoli d’eccezione da ottobre 2021 a marzo 2022.

MATTIA PALAZZI, Sindaco di Mantova – Con la nuova stagione di prosa del Teatro Sociale riparte un altro attore della nostra città. La Cultura, lo spettacolo, l’arte in questo lungo e difficile periodo di pandemia hanno giocato un ruolo decisivo a beneficio dell’intera comunità, mettendo le basi per quella nuova partenza che tanto abbiamo atteso e della quale ora in qualche modo siamo tutti protagonisti. Finalmente, grazie anche a strumenti come vaccino e green pass, torna ad aprirsi il sipario davanti ad un pubblico in presenza, con un programma ricco di proposte adatte ad una platea ampia e diversificata. La stagione Mantova Teatro, presentata dalla Fondazione “Umberto Artioli”, saprà dunque rivolgersi alla città intera, riportando da questo ottobre fino a marzo del 2022, entusiasmo, emozione e passione sul palcoscenico dello storico Teatro Sociale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.