inFORMA IL FUTURO 2021. VECCHIE PROFESSIONI E NUOVI MESTIERI: I BISOGNI DELLE IMPRESE

MANTOVA – Imprese, studenti e docenti dialogano e si confrontano per orientare le giovanissime generazioni, raccontando le attività e gli studi che si agganciano a profili quali: Tecnico allevamenti, Tecnico delle produzioni agricole, Tecnico meccatronico, Tecnico informatico, Tecnico operatore dei servizi turistico-ricettivi, Tecnico operatore delle vendite.

Grazie a sei imprese mantovane (Azienda agricola da latte “Bugno”, Azienda Ortofrutticola Nadalini, Omg Industry srl, Replica Sistemi, Osteria “Da Pietro”, Mollard Shoes) il 30 novembre, in occasione di un evento organizzato da PromoImpresa-Borsa merci e trasmesso in diretta streaming, è stato possibile capire cosa c’è realmente dietro professioni e mestieri che spesso hanno rappresentazioni del passato che non mettono in evidenza il grado di innovazione, lo sviluppo digitale e le nuove competenze richieste.

Tecnologia, digitale e sostenibilità sono stati i termini comuni degli imprenditori che però non hanno dimenticato di evidenziare l’importanza delle competenze trasversali funzionali ad una nuova organizzazione del lavoro, la rilevanza della capacità di risolvere problemi e/o di essere propositivi e, soprattutto, la centralità dell’innovazione continua all’interno delle attività lavorative e quindi delle professioni coinvolte.

Il mondo dell’agricoltura è sempre più meccanizzato e vive di innovazione. Abbiamo bisogno di giovani appassionati, istruiti e formati professionalmente perché la nostra provincia possa guardare con fiducia all’agricoltura del futuro” ha sostenuto il Dott. Alberto Cortesi e, a proposito di passione e competenze multitasking, la dottoressa Francesca Nadalini ha raccontato “La terra per me era il mio Das con cui fare figure, sculture e statuette, quindi più dei piedi il mio primo ricordo è legato alle mani nella terra. Oggi in azienda sono un jolly che si dedica prevalentemente all’organizzazione logistica dei flussi di prodotto al servizio della commercializzazione …”.

La risposta dei giovani studenti Luca Ferri, ex studente Istituto Tecnico Superiore (Tecnico superiore per la Trasformazione digitale nel sistema agroalimentare sostenibile), Greta Vallenari, dell’IIS Pietro Antonio Strozzi, Luca Pretti, dell’IIS Galileo Galilei, Rosa Francesca, dell’IS Enrico Fermi, Giulio Ferroni, dell’IS Bonomi Mazzolari, Erica Arlia, di For.Ma (sede di Castiglione D/S), ha messo in evidenza come all’interno dei loro percorsi tecnico-professionali, spesso connessi ad esperienze in azienda e/o a collaborazioni con il mondo produttivo, l’attenzione al cambiamento sia sempre presente, portandoli a leggere anche i nuovi bisogni e ad investire, grazie al supporto delle scuole e dei loro docenti, sulle nuove competenze richieste.

Il Dott. Andrea Caloni del settore metalmeccanico ha sottolineato che “Il fabbisogno di figure professionali qualificate nel settore è molto superiore all’offerta del territorio e ben vengano iniziative che permettono ai nostri studenti di capire quali sono gli sbocchi professionali del futuro”. Il Dott. Ferruccio Montresor, per il settore informatico ha aggiunto “E’ indispensabile investire in formazione al fine di qualificare e specializzare le persone e trasferire informazioni, oltre che tecniche, sul “sistema azienda”.

La scuola, grazie alla presenza di docenti e dirigenti, ha confermato di accettare la sfida per una collaborazione sempre più stretta con le imprese e un investimento crescente sulle competenze del futuro.

Nel suo intervento lo chef Giampietro Ferri ha affermato che “I prodotti tipici agroalimentari e la grande gastronomia del Mantovano sono un grande patrimonio ereditato dalla cucina della corte rinascimentale dei Gonzaga, arricchitosi ed affinatosi fino ai giorni nostri. E’ importante utilizzare tecniche tradizionali e innovative di lavorazione, di organizzazione, di commercializzazione dei servizi e dei prodotti promuovendo le nuove tendenze alimentari”.

Ultimo intervento quello di Annick Mollard, che ha aperto il tema della vendita online: “I commercianti dei negozi fisici sanno che la vendita sul web ormai è necessaria e può incrementare considerevolmente il giro di affari; da qui la necessità di sviluppare già nel percorso formativo le competenze necessarie per restare al passo coi tempi”.

Il racconto a tre voci è stato al centro dell’investimento di PromoImpresa-Borsa Merci all’interno del servizio della Provincia Informa il futuro, dedicato all’orientamento al lavoro e alle professioni destinato ai giovani delle scuole medie e alle loro famiglie con l’obiettivo di mostrare la trasformazione dei mestieri, dei diversi processi produttivi e delle attività lavorative a seguito dei cambiamenti in atto, da quello tecnologico a quello organizzativo interno alle diverse aziende.

Attraverso il momento di confronto, arricchito da un approfondimento sui bisogni occupazionali delle imprese presentato da Chiara Fanin dell’Ufficio Studi e statistica della Camera di commercio di Mantova, si è avviato un modo di orientare al futuro facendo diventare protagonista il mondo delle imprese sempre più interessato al dialogo con la scuola e le giovani generazioni. L’evento è stato registrato e sempre disponibile sul canale youtube di Informa il Futuro e sulla pagina FB di PromoImpresa-Borsa Merc

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.