FESTIVAL SEGNI 2021: ECCO I VINCITORI DEL CONCORSO COLORA (E RACCONTA) IL CAMALEONTE

Dall’opera con elementi naturali dell’asilo Ida ed Edgardo Bianchi di Mantova

alla poesia illustrata di Marzio Alfano 

MANTOVA – Tre scuole e tre famiglie del mantovano sono state premiate da Segni d’infanzia nell’ambito del Concorso Colora (e racconta) il Camaleonte che quest’anno si è rinnovato, grazie al contributo di Fondazione Comunità Mantovana e Fondazione BAM, e ha previsto una programmazione di contenuti digitali dedicata, ricca di spunti per sperimentare nuove tecniche e mezzi di comunicazione, come il podcast, oltre a nuovi premi messi in palio da Maregiglio, sponsor che arriva dalla relazione nata con l’Isola del Giglio sulla quale SEGNI è approdato nel 2021.

L’animale simbolo della XVI edizione del festival disegnato da Arturo Brachetti è stato protagonista di un grande processo di rielaborazione artistica che, da maggio a ottobre, ha coinvolto studenti delle scuole, di ogni ordine e grado, insegnanti e genitori, nella creazione di opere personali o collettive che potessero raccontare il Camaleonte e insieme a lui, anche qualcosa dei piccoli provetti artisti alle prese con le trasformazioni della crescita e di questo tempo un po’ strano che ci troviamo a vivere e a reinventare.

E così nella cornice dell’evento “Aspettando Santa Lucia 2021” presso Palazzo Te, di sabato scorso, la Direttrice artistica, Cristina Cazzola, ha premiato i primi tre classificati della categoria scuole e della categoria famiglie che sono stati scelti dalla giuria popolare attraverso le preferenze espresse sulla pagina Facebook @segnidinfanzia.

“Il Concorso non vuole giudicare il valore dell’opera – sottolineano gli organizzatori – ma valorizzare la capacità di ciascuno dei partecipanti di creare comunità e di attivare l’attenzione sulla creatività dei bambini e delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze, che hanno lavorato insieme a insegnanti e genitori, ritagliandosi un tempo per condividere e sperimentare”. E i partecipanti hanno effettivamente accesso i riflettori sulle opere in gara come testimoniamo i “like” cliccati da ogni parte d’Italia.

Asilo Nido Ida e Edgardi Bianchi

Al primo posto tra le scuole si è classificato il “Nido Ida ed Edgardo Bianchi” di Mantova (669 like) con un Camaleonte polimaterico vestito con gli elementi della natura autunnale, foglie e pigne, ma che come suggerisce il titolo si sente “libero di cambiare” in base a ciò che il paesaggio gli dona.

Scuola dell’infanzia Eremo

Al secondo posto si posiziona la scuola dell’infanzia “G. Biffi” di Eremo (627 like) con un pannello ligneo raffigurante “Gigio il Camaleonte” protagonista del progetto di accoglienza che lo ha portato ad essere dipinto e decorato da tutti i bambini e le bambine.

il camaleonte arcobaleno, Scuole Infanzia Treves

Al terzo posto invece la scuola dell’infanzia Treves di Porto Mantovano con l’opera “Il Camaleonte arcobaleno” (531 like). I piccolissimi del nido si sono aggiudicati uno spettacolo direttamente a scuola mentre per le scuole dell’infanzia arriverà una selezione di libri sulla tematica ambientale.

Marzio Alfano 9 anni

Tra le famiglie invece quella di Marzio Alfano (9 anni), autore di una poesia illustrata dal titolo “Un Camaleonte, tanti colori” (599 like), vince il primo premio: un soggiorno all’Isola del Giglio inclusivo di escursione in barca.

Elena Guarnieri

Elena Guarnieri (8 anni) che con la sua mamma, Enrica Sacchi, si è lasciata ispirare dalla Bibliografia del Camaleonte e dai podcast “La voce della Balena”, si è posizionata al secondo posto con l’opera “Il Camaleonte della pace” (272 like) che porta con sé un messaggio sull’identità, vincendo un’escursione all’Isola di Giannutri.

Insieme è meglio: 6 amici di 5 anni

Mentre l’opera collettiva di 6 amici di 5 anniAlessio Curti, Alice Pirondini, Alice Marcuccio, Federico Prosperi, Santiago Lanzaro, Marilisa Sollami – dal titolo “Insieme è meglio” (137 like) si posiziona al terzo posto e vince l’escursione “Argentario coast to coast”.

Tutte le opere in Concorso sono raccolte nella Gallery dedicata al Concorso sulla pagina Facebook di Segni d’infanzia, ognuna unica nel suo genere e con una storia da raccontare, sono espressione della creatività delle nuove generazioni, in dialogo con insegnanti e genitori, e dei mille modi di comunicare usando linguaggi artistici e digitali.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.