MEDOLE – CARABINIERI FORESTALI DEL N.I.P.A.A.F. DI MANTOVA SCOPRONO ALLEVAMENTO ABUSIVO DI PAPPAGALLI IN UN BOX AUTO

Quello che, sabato scorso, si sono trovati davanti agli occhi i militari dei Carabinieri Forestali del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale di Mantova in un box auto di Medole ha davvero dell’incredibile.

Nel pieno centro della cittadina del nord mantovano, i militari hanno rinvenuto in un box auto condominiale un vero e proprio allevamento di pappagalli originari dell’Africa sub-equatoriale e tutti protetti dalla normativa internazionale della CITES. Gli animali, stipati in gabbiette in batteria, erano tenuti in un locale senza finestre, senza areazione forzata e senza riscaldamento, condizioni che, date le rigide temperature che in questo inverno stanno colpendo ripetutamente la zona, di sicuro hanno inciso significativamente sul loro benessere.

I carabinieri forestali del N.I.P.A.A.F. non hanno potuto far altro che avvertire immediatamente il competente servizio veterinario territoriale della ATS che, giunto sul posto, ha certificato quanto riscontrato dai militari del N.I.P.A.A.F. intervenuti.

I veterinari ATS hanno quindi provveduto a prescrivere interventi urgenti e indifferibili essenziali per poter garantire la salute dei poveri animali presenti e sono in corso indagini atte a valutare i titoli autorizzativi dell’allevamento posto in essere. Sono tutt’ora in corso di reperimento, considerata la natura esotica degli animali rinvenuti, strutture idonee a poterli accoglierli in maniera definitiva.

Sono sempre più, dai dati disponibili presso il Gruppo Carabinieri Forestali di Mantova, i cittadini che decidono di intraprendere l’allevamento di specie esotiche non tenendo in considerazione la loro particolare natura e le particolari esigenze di detenzione.

Questo determina che, a seguito della riproduzione di queste specie, si vada ad alimentare un mercato nero di animali esotici privi di certificazione e che eludono completamente i controlli veterinari previsti dalla legge a tutela della salute dei cittadini e degli animali stessi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.