INAUGURATA LA CASA DI COMUNITÀ DI VILLA MARELLI. VICEPRESIDENTE MORATTI: PUNTO DI RIFERIMENTO TERRITORIO

MILANO – La vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, ha inaugurato oggi la Casa di Comunità di Villa Marelli, in viale Zara a Milano. Erano presenti, fra gli altri, i sottosegretari alla Presidenza della Regione, Marco Alparone e Alan Rizzi.

“La storica struttura di Villa Marelli – ha detto la vicepresidente Moratti – da oggi diventa Casa di Comunità. È dotata di servizi e professionisti di qualità e per questo vuole essere punto di riferimento in particolare per i cittadini del Municipio 9 di Milano. Queste giornate di presenza sul territorio e nelle strutture sono fondamentali per dare una fotografia ancora più reale e concreta di quella che è la Legge di potenziamento della nostra sanità regionale” ha aggiunto la vicepresidente. “Dopo quella di via Rugabella, è la seconda Casa aperta a Milano. In totale sono 218 quelle previste dal potenziamento della Legge sociosanitaria in Lombardia, insieme ai 71 Ospedali di Comunità”.

All’interno della Casa sono presenti team multidisciplinari di medici specialisti, infermieri di famiglia, professionisti della salute, medici di medicina generale, assistenti sociali. Ad oggi tra personale infermieristico, tecnico, di supporto, medico e amministrativo, lavorano a Villa Marelli circa 100 operatori.

I SERVIZI DELLA CASA COMUNITÀ DI VILLA MARELLI – Con la Casa di Comunità sono presenti i seguenti servizi: visite e prestazioni specialistiche, centro di riferimento tisiologico, centro di riferimento pneumologico, Centro di riferimento cardiologico, ed ancora Poliambulatori di Oncologia, Terapia del dolore, Chirurgia toracica. In via di attivazione la Chirurgia vascolare, Ortopedia, Reumatologia, Diabetologia, Medicina interna, Ambulatorio per la riconciliazione farmacologica.

INFERMIERI DI FAMIGLIA – All’interno della Casa sono presenti gli ‘Infermieri di famiglia’. Si tratta di professionisti che offrono assistenza domiciliare e tele monitoraggio. Insieme al medico di medicina generale, sono un riferimento che educa, assiste e fornisce cure primarie. Lavorano in collegamento con i reparti ospedalieri e il Pronto Soccorso di Niguarda, i medici di medicina generale, il Servizio di Fragilità e gli assistenti sociali.

MEDICI DI MEDICINA GENERALE – In un’area dedicata della Casa di Comunità, un gruppo di medici di medicina generale si occupa delle cure primarie ai propri assistiti.

DIAGNOSTICA – All’interno della struttura è possibile effettuare TAC, Radiografie del torace e ossee, ecografie, spirometrie, elettrocardiogrammi, holter e monitoraggi pressori.

CONTINUITÀ ASSISTENZIALE – L’ambulatorio di continuità assistenziale è attivo dal lunedì al venerdì dalle 20 – 24 e il sabato e la domenica dalle 9 alle 21. L’accesso avviene tramite contatto telefonico al numero unico 116117.

SPORTELLI E ALTRI SERVIZI – Presente all’interno della Casa lo sportello di Scelta e Revoca, il servizio di fragilità e disabilità che garantisce l’erogazione delle misure di sostegno alle persone fragili, misure a carattere economico o assistenziale diretto.
Attivo anche il centro prelievi da lunedì al venerdì (7.30 -11.00) e in via di attivazione il sabato. Sono inoltre disponibili aree in condivisione con i servizi sociali del Comune di Milano per attivare attività a carattere sociosanitario.

LA STORIA

Villa Marelli, da centro di eccellenza per la lotta alla tubercolosi fino alla presa in carico dei pazienti Covid non ospedalizzati, è un esempio di integrazione ospedale-territorio da 90 anni.

L’Istituto Villa Marelli, oggi Casa di Comunità, svolge attività sanitarie integrate tra territorio e ospedale fin dalla sua nascita, risalente agli anni ’20.

PUNTO DI RIFERIMENTO PER TUBERCOLOSI – Negli anni, l’Istituto è divenuto riferimento regionale per la tubercolosi, acquisendo un ruolo storico e scientifico nella lotta contro questa patologia. Dal 1998 fa parte dell’ASST Niguarda.

BENEMERENZA CIVICA NEL 2006 – Nel 2006 Villa Marelli ha ricevuto dal sindaco di Milano dell’epoca, Letizia Moratti, l’Ambrogino d’oro, civica benemerenza assegnata per l’impegno nella cura della tubercolosi.

A FIANCO DEI MALATI DI COVID – Nel 2020, durante la prima ondata della pandemia da Covid, l’Istituto Villa Marelli ha registrato la nascita del primo team di infermieri di famiglia di Niguarda. Lo staff, in quel difficile contesto emergenziale, si è formato per monitorare i pazienti positivi al proprio domicilio le cui condizioni di fragilità necessitavano un contatto quotidiano. Queste attività di consulenze continue sono state fondamentali per intercettare precocemente quei casi che richiedevano una presa in carico, ambulatoriale o ospedaliera, per evitare l’aggravamento della malattia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.