7 CONTRO TEBE: AL TEATRO AL PARCO LA TRAGEDIA DIVENTA UN GIOCO CON I SACCHI DI SABBIA

PARMA – Sabato 5 marzo alle ore 21:00, nell’ambito della Stagione 2021/2022 del Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti, va in scena al Teatro al Parco di Parma «7 contro Tebe», uno spettacolo tratto dalla tragedia di Eschilo de I Sacchi di Sabbia e Massimiliano Civica con Gabriele Carli, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Enzo Iliano.

Una produzione della Compagnia Lombardi-Tiezzi in coproduzione con I Sacchi di Sabbia e il sostegno della Regione Toscana.

Questo lavoro chiude una trilogia sull’immaginario greco: dopo i «Dialoghi degli Dei» di Luciano di Samosata e «Andromaca» di Euripide, ecco «I Sette contro Tebe» di Eschilo, un testo arcaico, uno dei più antichi che ci sono pervenuti. Sui figli gemelli di Edipo, Eteocle e Polinice, grava il funesto destino del padre: essendo gemelli e non potendo vantare un diritto certo sul trono si accordarono per regnare a turno. Eteocle fu il primo, ma a Polinice non toccò mai: Eteocle infatti lo fece catturare e allontanare dalla città. L’esilio forzato portò Polinice a stringere un patto d’alleanza con il Re degli Argivi per vendicarsi di Tebe e del fratello. La tragedia di Eschilo inizia qui, con l’esercito argivo alle porte di Tebe: per ciascuna delle sette porte un guerriero terribile e un altrettanto terribile guardiano. Chi avrà la meglio?

I Sacchi di Sabbia e Massimiliano Civica affrontano una tragedia arcaica con le tecniche del comico ma senza farne una parodia. La sfida di questo progetto, che miscela alto e basso, tragedia e commedia, linguaggio colto e dialetti toscani e campani senza soluzione di continuità, è, spiega la Compagnia, « “costringere” lo spettatore a disposizioni emotive sempre diverse, portarlo a perdersi nell’immaginario greco e a incrinare una idea pomposa e statica della classicità».

L’alternarsi dei sette duelli scandisce il ritmo di tutto lo spettacolo, si va verso un crescendo, di cui tutti conoscono l’ineluttabilità: è noto che alla fine saranno i due fratelli a battersi e che entrambi moriranno nello scontro.

Ma come ci arriveremo? Ridendo?

Pisani, I Sacchi di Sabbia si sono distinti sul piano nazionale ricevendo importanti riconoscimenti per la particolarità di una ricerca improntata nella reinvenzione di una scena popolare contemporanea. Oscillando tra tradizione e ricerca, tra comico e tragico, il lavoro de I Sacchi di Sabbia ha finito per concretizzarsi in un linguaggio in bilico tra le arti (arti visive, danza, musica).

Biglietti da 6 a 12 euro sul circuito Vivaticket e un’ora prima dello spettacolo presso il Teatro al Parco. Prenotazioni: 0521 992044, biglietteriabriciole@solaresdellearti.it | Informazioni: www.solaresdellearti.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.