FINISCE IN CARCERE PER SOMMA DI REATI, LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI MANTOVA LO CONDANNA A 8 ANNI E 1 MESE

MANTOVA – La Corte di Cassazione rigetta il ricorso e a seguito di tutto ciò si sono aperte le porte del carcere per il cittadino B. P., reo di aver commesso in questi ultimi anni reati di vari natura. Tra questi anche l’associazione a delinquere dal gennaio 2013 al giugno 2017 per il quale era stato condannato a 5 anni di reclusione, pensa sospesa.

A questo, però si è aggiunto nel 2018 una condanna per un secondo reato, condanna prevista in 3 anni e un mese, che ha fatto scattare la reclusione.

Complessivamente la persona in questione ha accumulato una pena di 8 anni e 1 mese.

Per meglio comprendere i contorni dell’azione assunta dalla Procura della Repubblica di Mantova si pubblica per intero il comunicato dalla medesima inviato alla nostra redazione.

“Per rilevanza pubblica e correttezza della notizia si precisa che la Procura della Repubblica di Mantova ha emesso nei confronti di B.P., che conseguentemente è entrato in carcere, un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti per complessivi 8 anni e 1 mese di reclusione (fine pena 1 aprile 2030). Questo a seguito dell’intervenuta definitività, per rigetto del ricorso da parte della Corte di Cassazione, della sentenza N. 242/2019 del 28 febbraio 2019 del Tribunale di Mantova riformata dalla sentenza n. 2918/2020 in data 15 dicembre 2020 della Corte d’appello di Brescia, per il delitto di associazione a delinquere commesso in Mantova dal gennaio 2013 al giugno 2017, pena principale di anni 5 di reclusione. Lo stesso ha cumulato a detta pena, previa revoca della sospensione, dell’ordine di carcerazione precedente emesso, altra condanna emessa con sentenza N.104/2018 del 29 ottobre 2018 del Tribunale di Mantova, confermata dalla sentenza n. 3298/2018 dell’11 dicembre 2018 della Corte d’appello di Brescia, definitiva il 20 gennaio 20, per il delitto di cui all’art. 479 c.p. pena principale anni tre e un mese di reclusione”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.