ASST MANTOVA, dal 9 marzo prenotazione QUARTA DOSE ANTI COVID per immunocompromessi sul portale regionale

Da mercoledì 9 marzo, sarà possibile prenotare sulla piattaforma regionale la dose ‘booster’ per i cittadini immunocompromessi.

La “quarta dose” è rivolta ai cittadini di età pari o superiore a 12 anni sottoposti a trapianto di organo solido o con marcata compromissione della risposta immunitaria che abbiano già completato il ciclo vaccinale primario con tre dosi (ciclo primario più dose addizionale a distanza di almeno 28 giorni dall’ultima dose); queste persone possono sottoporsi alla dose di richiamo del vaccino anti Covid-19, purché siano trascorsi almeno 4 mesi (120 giorni) dalla dose addizionale.

I cittadini interessati da questa nuova fase della campagna vaccinale sono in particolare: pazienti con patologie neurologiche, insufficienza renale/patologia renale, malattie autoimmuni – immunodeficienza primitive, patologie oncoematologiche ed emoglobinopatie, pazienti sottoposti a trapianto di organo solido o a trapianto di midollo o di cellule staminali emopoietiche, pazienti in lista d’attesa per questi trapianti, pazienti con pregressa splenectomia e pazienti sottoposti a terapia CAR-T.

I cittadini appartenenti alle categorie sopra citate sono prioritariamente contattati dal centro specialistico che li ha in cura; coloro che non venissero contattati possono sempre accedere alla quarta dose in accesso libero (gli orari di apertura dei centri vaccinali sono pubblicati sul sito di ATS della Val Padana) oppure, da domani, prenotando l’appuntamento online attraverso la piattaforma dedicata.

È sempre necessario presentare, oltre alla Tessera Sanitaria, al Codice Fiscale ed un documento di identità, la documentazione sanitaria attestante una delle condizioni previste dal Ministero della salute.

Si informa inoltre che AIFA ha pubblicato l’elenco dei principali farmaci ad attività immunosoppressiva da tenere in considerazione ai fini della selezione dei soggetti per i quali può essere indicata la dose addizionale di vaccino anti Covid19. La lista, consultabile sul sito di AIFA non è esaustiva, ma solo indicativa dei principali farmaci la cui assunzione, possa contribuire a ridurre la risposta anticorpale di chi si è sottoposto alla vaccinazione anti Covid-19.

ATS della Val Padana ricorda sempre l’importanza del ruolo dei Medici di Medicina Generale quale riferimento per i propri assistiti e invita pertanto a rivolgersi al proprio medico per ricevere non solo informazioni necessarie aggiuntive, ma anche per dirimere eventuali dubbi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.