POSTUMIA: DOMENICA 24 aprile convegno dedicato alla memoria di LIBERO ACCINI

Con il patrocinio dei Comuni di Gazoldo degli Ippoliti e di Piubega, della Provincia di Mantova e dell’Istituto di Storia Contemporanea, di concerto con l’ “Associazione Amici di Mario Pavesi” di Piubega, l’Associazione Postumia di Gazoldo degli Ippoliti, domenica 24 aprile, ricorda il XXV APRILE Anniversario della Liberazione d’Italia con un convegno dedicato alla memoria di LIBERO ACCINI (Mantova, 1905 – Milano, 1975).

Il combattente per la libertà che non si riteneva migliore dei suoi nemici”

Libero Accini, tenente di vascello della Marina Italiana e giornalista professionista, dopo l’8 settembre 1943 fu paracadutato dagli Alleati sulle montagne liguri e organizzò l’«Operazione Bianco». Scoperto dalle SS, fu imprigionato a Dachau e sopravvisse sino alla sua liberazione il 24 aprile 1945 (pesava 28 kg!). Riprese successivamente l’attività di giornalista per il “Corriere della Sera” e per altri quotidiani nazionali. Raccontò le sue vicende belliche e di prigionia in una stupenda trilogia giornalistica e letteraria: “La rotta della morte”, “Organizzazione Bianco” e “L’uomo che ha visto il peggio”.

CASIMIRO ACCINI (Piubega, 1879 – Isola Dovarese, 1972) “Il mestiere dell’ideale: l’anarchico Casimiro d’la Piubega” nel 50° della scomparsa

Indirizzi di saluto:

di Carlo BOTTANI (presidente della Provincia di MN)
di Daniela FERRARI (presidente dell’Istituto di Storia Contemporanea)
di Nicola LEONI (sindaco di Gazoldo) e Cristina ZANETTI (sindaco di Piubega);
relazioni di Giancarlo CIARAMELLI, Carmine LAZZARINI, Fausto MALINVERNO;

CONCERTO di Samanta CHIEFFALLO che, al pianoforte, contestualizzerà la storia grande e piccola di questi due eccellenti mantovani, protagonisti del Novecento.

Pietro Domenico Paradisi: Toccata in La maggiore

Ludwig van Beethoven: Sonata per pianoforte op.27 n 2 “Al chiaro di luna” (primo movimento)

Ludwig van Beethoven: Sonata per pianoforte op.110 n 31 (primo movimento)

Frédéric Chopin: Valzer op.69 n 2, in si minore

Claude Debussy: Ministrels (Prelude n12, premier livre, pour le piano)

Astor Piazzolla: Adiós Nonino-Tango

Michael Nyman: Big my secret

Ennio Morricone: Playing love (La leggenda del pianista sull’oceano)

Intorno al 25 aprile 1945 in Gazoldo degli Ippoliti

Nanni Rossi, direttore artistico dell’Associazione Postumia: – “Tra le memorie trasmesseci dal compianto Turiddu Boroni Grazioli, per tanti anni ufficiale d’anagrafe del nostro Comune, c’è questa preziosa testimonianza che oggi riproponiamo all’attenzione della nostra comunità.

DISTACCAMENTO DI GAZOLDO

Elenco dei Partigiani
DONELLI don ENRICO  (nato nel 1914 – brevetto 242701)
PACHERA GIUSEPPE (nato nel 1922 – brevetto 242694)
MAINOLDI CESARE (nato nel 1896 – brevetto 242713)

Elenco dei Patrioti
CARRA OTTORINO  (nato nel 1901)
PEZZINI EGISTO (nato nel 1909)
SERENI GIULIO (nato nel 1927)
RUGGERI ALCIBIADE (nato nel 1913)
LEORATI RENZO (nato nel 1919)
RUGGERI ENRICO (nato nel 1911)
RUGGERI ALDO (nato nel 1914)
BEDUSCHI ALDO (nato nel 1917)
BOTTAZZARI ALFREDO (nato nel 1909)
CIGOGNETTI MARIO (nato nel 1922)
AZZINI FERRUCCIO (nato nel 1924)

Elenco dei Benemeriti

AZZINI ALDO (nato nel 1917)
BALDASSARI VIRGINIO (nato nel 1918)
BAZZOTTI ENEA (nato nel 1906)
BETTINI BRUNO (nato nel 1922)
BIAZZI ARCHIMEDE (nato nel 1910)
CANUTI GIUSEPPE (nato nel 1917)
CARAFFINI UMBERTO (nato nel 1906)
COFFANI EZIO (nato nel 1895)
FIORAVAZZI CARLO (nato nel 1922)
GEROSA BRUNO (nato nel 1919)
GRAZIOLI BORONI TURIDDU (nato nel 1909)

MAINOLDI AMLETO (nato nel 1924)
PEDRONI GINO
PIAZZOLA GASPARE (nato nel 1905)
VOLPI GIOVANNI (nato nel 1924)

“Postumia, nel 2014, la utilizzò per mettere a fuoco la straordinaria figura del Generale di Corpo d’Armata GIUSEPPE PACHERA. – Spiega Nanni Rossi – Il suo prezioso intervento in quella indimenticabile giornata venne trascritto sulla nostra rivista di quell’anno. Crediamo che si tratti di una testimonianza “storica” per il nostro paese e che possa invitarci ancora oggi a riflettere sugli eventi di allora e sull’oggi. Cammin facendo, il generale Pachera (che allora aveva 92 anni) si sta ora avviando a festeggiare nella città di Verona, dove abita, il prossimo 6 agosto le cento primavere!”
“Per tutti questi motivi il suo intervento di allora sarà dato in omaggio, in copia anastatica, a chi sarà tra noi domenica prossima 24 aprile”. Conclude Nanni Rossi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.