VALENTINO VAGO, IL MIO PARADISO. Conferenza nella Parrocchiale di San Giovanni in Laterano, MILANO

All’interno delle iniziative promosse per la mostra di Valentino Vago e Silvio Wolf “L’invisibile”, aperta al pubblico sino a domenica 5 giugno a Casa Museo Boschi Di Stefano, martedì 7 giugno alle ore 17:00 presso la Chiesa Parrocchiale di San Giovanni in Laterano in Piazza Bernini a Milano si terrà la conferenza “Valentino Vago. Il mio Paradiso”.

La mostra “L’invisibile”, a cura di Luca Pietro Nicoletti, contempla due esposizioni che  dialogano attorno a due diverse idee di astrazione: “Valentino Vago. Figure e orizzonti” e “Silvio Wolf. Prima del Tempo”Oltre trentacinque opere delineano le ricerche sull’Invisibile attraverso la pittura e la fotografia di due fra gli artisti più rappresentativi delle proprie rispettive generazioni.

Saranno presenti:

Luca Costamagna, Presidente della commissione cultura del Comune di Milano

Valeria Borgese, Assessora alla cultura del Municipio Tre

Intervengono:

Maria Fratelli, Dirigente Unità Progetti Speciali e Fabbrica del Vapore

Chiara Fabi, Conservatore Unità Case Museo

Cecilia De Carli, storica dell’arte

Mons. Giancarlo Santi, storico dell’architettura

Don Giuseppe Grama

La retrospettiva sull’opera di Valentino Vago (1931-2018), nelle stanze dell’ex scuola di ceramica di casa Museo Boschi Di Stefano e inserita nella collana “Visti da Vicino”, prende spunto dai cinque dipinti già presenti nella collezione Boschi Di Stefano per ripercorrere l’evoluzione del suo percorso artistico sviluppatosi attorno a due elementi, la luce e il colore.

Diciannove opere, tutte olii su tela, testimoniano come la vocazione artistica di uno dei maestri della pittura astratta italiana si sia sempre intrecciata a una ricerca spirituale che lo ha portato a creare un universo poetico straordinario e unico.

Al terzo piano dello spazio espositivo, invece, Silvio Wolf, fra i protagonisti della ricerca contemporanea intorno alla fotografia astratta, presenta quindici opere della serie “Orizzonti”.

Inoltre, all’interno della collezione permanente situata al secondo piano, tre opere di Wolf sono entrate nel progetto Sostituzioni, ideato da Maria Fratelli, prendendo il posto di tre dipinti di Valentino Vago normalmente esposti nella collezione.

Come indica lo stesso titolo della mostra, “Prima del Tempo”, le opere della serie Orizzonti sono immagini pre-fotografiche create dalla luce direttamente sul frammento iniziale della pellicola, prima che essa registri la prima immagine, e fuori dal controllo del fotografo.

La mostra “L’invisibile” a Casa Museo Boschi Di Stefano è visitabile dal martedì alla domenica, dalle ore 10.00 alle ore 17.30. L’ingresso è libero.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.