DAVOLIO, MASUNO, FORTUNATI: DAL 18 GIUGNO TRE MOSTRE ALLA MANTOVA ARTE DESIGN

Dal 18 giugno al 1° luglio 2022 MAD -Mantova Arte Desig- ospita in galleria tre mostre “Jocunda body reloaded” di Danilo Davolio – “Icon Melody” di Giovanni Masuno e “Venezia, un sogno” – del fotografo mantovano Giovanni Fortunati.

Ore 18:00 vernissage con presentazione di Massimo Pirotti e a seguire un breve concerto del chitarrista Stephen Richard Figoni.

Giovanni Fortunati è a tutt’oggi uno dei più validi e moderni esponenti della fotografia mantovana. Le sue opere hanno da sempre la caratteristica di non essere scontate nella tecnica e nei soggetti, suscitando sempre attenzione e curiosità all’annuncio di nuove esposizioni. La sua passione e la capacità di trasfonderla in immagini ha dato i suoi primi risultati più di mezzo secolo fa, con apparecchi fotografici che richiedevano una grande dose di abilità per cavarne qualcosa di buono.” (Gianni Cossu)

Danilo Davolio dedica una sezione interamente alla reinterpretazione della Gioconda di Leonardo che si coagula con le sue idee di materia e colore mostrando il lato universale di questa iconica opera 

Davolio nasce nel 1958 a Rio Saliceto (Reggio Emilia), dove vive e lavora. Medico veterinario, si interessa fin da giovane alla pittura, partecipando a diverse rassegne annuali come “Fiera di maggio” (Rio Saliceto, 1990-2010), “Borgovecchio arte” (Correggio, 1991-2008) ed “Idea Verde” (Fabbrico, 1993-1996). Ha preso parte ad esposizioni personali e collettive allestite presso Sala mostre di Confesercenti (Reggio Emilia, 1993), Istituto Carlo Levi (Reggio Emilia, 1994, a cura dell’Archivio Giovani Artisti), Centro Tempo Libero (Bagnolo in Piano, 1995), Comune di Bagnolo in Piano (1995 e 1996) e Spazio Arte (Reggio Emilia, 1997), risultando peraltro tra i vincitori di numerosi premi e concorsi.

Giovanni Masuno, Maestro della ricerca e dei simboli, vive e lavora sulle colline del Lago di Garda. Dopo un lungo percorso di crescita personale che lo porta ad approfondire discipline psicologiche e riguardanti le scienze umane,al punto tale che riesce ad applicare su di se situazioni di performance di eccellenza, riprende con rinnovato vigore e motivazione, la pittura e la sperimentazione nell’arte.  

Frequenta la LA.BA di Brescia con Rinaldo Turati; è diplomato in modellato e scultura con Cesare Monaco e in disegno e pittura con Davide Castelvdere presso la Scuola di Arti e Mestieri Ricchino di Rovato (BS); quest’ultimo Maestro rimane un punto di riferimento nel suo percorso di crescita artistica.  

L’incontro col Maestro austriaco Erwin Kastner, lo spinge ad approfondire la tecnica dell’acquerello e dell’acrilico in “realismo spontaneo”, che evolve in una continua ricerca di queste espressioni artistiche, puramente “emozionali”. 

Nel 2015 avviene l’incontro con lo scultore e pittore Mario Pavesi (allievo di Henry Moore, è considerato a livello internazionale, tra i più grandi scultori contemporanei) e ne diviene suo allievo, realizzando opere scultoree in ceramica raku, gran-fuoco e bronzo.  

Si segnala nel panorama nazionale per la capacità di approfondire culturalmente e storicamente cicli di difficile approccio, come quello sul tema di Leonardo da Vinci e la sua eredità contemporanea che lo porta a realizzare oltre trenta tele di profondo significato e di attenta tecnica.  

È socio fondatore dell’Associazione Culturale Larice di Brescia, dove insegna acquerello e pittura in realismo spontaneo.  

Nel 2017 ha partecipato alla Master Class di Infinity del Prof. Giammarco Puntelli con mostre nel Palazzo Ducale di Sabbioneta, alla Galleria Pall Mall di Londra, alla Naive a Sebastian Art Gallery di Dubrovnik.  

Nel 2018 partecipa alla Master Class di Genius del Prof. Giammarco Puntelli con mostre In Palazzo Medici a Firenze, Palazzo Pretorio di Anghiari (AR) e Museo Vinci a Vinci (FI).  

Appare nelle primissime pagine del Catalogo d’Arte Moderna – Giorgio Mondadori e le sue opere sono presenti sui cataloghi dell’Editoriale Giorgio Mondadori e sulla collana de Le scelte di Puntelli sempre edito dalla Giorgio Mondadori.  

Le sue opere sono presenti in collezioni private italiane ed estere e le sue quotazioni sono in continuo aumento.  

“Giovanni Masuno è il pittore delle grandi narrazioni e l’artista colto che trasforma storie e racconti nell’emozione eterna dei colori e del disegno.” (Prof. Giammarco Puntelli)

Mantova Arte Desig MAD – Via cavour 59 a Mantova – Ingresso libero

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.