CONCERTO PER CORNETTO E ORGANO, Castel d’Ario – Chiesa Parrocchiale “Assunzione della Beata Vergine Maria”

“Maestro de’ Concerti – Passaggi et cadentie su bone musiche de’ vari et eccellentissimi autori”; è questo il titolo del concerto per cornetto ed organo che verrà proposto sabato 23 luglio con inizio alle 21:00 nella chiesa parrocchiale “Assunzione della Beata Vergine Maria” di Castel d’Ario.

L’appuntamento, che fa seguito al successo ottenuto pochi giorni orsono in occasione dell’esibizione degli allievi della scuola di canto del Liceo Musicale Isabella d’Este diretti dal basso Frano Lufi, porta ancora una volta la firma dell’Associazione “Castel d’Ario per la musica” che in questa occasione può avvalersi della collaborazione si della parrocchia sia della Pro Loco.

Protagonisti assoluti del concerto saranno l’organista Maurizio Maffezzoli e il cornettista Danilo Tamburo.

Il programma della serata trae spunto dalla rigogliosa storia musicale che ha come protagonisti il Cornetto e l’Organo, a cavallo tra il XVI e il XVII secolo.

Il termine “Maestro de’ Concerti” veniva dato, soprattutto nella zona Veneziana, al musicista che era più probo e virtuoso nel suo strumento, tipicamente il Cornetto.

Nella chiesa di San Marco, la figura del Maestro de’ Concerti è stata ricoperta da famosissimi cornettisti quali Giovanni Bassano, Girolamo dalla Casa ed altri.

Organo e Cornetto insieme offrono un’esperienza sonora che ha avuto pochi eguali nella storia della musica. In virtù di tutto ciò i promotori della serata propongono una scaletta di brani che sapranno esaltare i talenti dei due musicisti ed affascinare i presenti siano loro esperti siano neofiti del genere musicale.

ENTRATA LIBERA.

Per informazioni rivolgersi all’ Associazione Castel d’Ario per la Musica al numero 349 2346723

DANILO TAMBURO diplomatosi al Conservatorio di Pesaro, dopo aver studiato presso la Hochschule für Musik und Theater di Monaco di Baviera, Danilo Tamburo è stato Professore di Orchestra nelle maggiori Orchestre e Teatri Sinfonici d’Italia, come Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Petruzzelli di Bari, Orchestra Haydn di Trento e Bolzano ed altre. 

Contemporaneamente studia ed esegue sin da giovane musica antica suonando Cornetto, Sackbut e Serpentone. Ha collaborato con alcuni fra i più importanti direttori ed esecutori del settore tra cui Federico Maria Sardelli, Bettina Hoffmann, Evangelina Mascardi, Modo Antiquo, Claudia Caffagni, Cappella musicale di San Petronio e molti altri. Ha all’attivo registrazioni discografiche di musica antica con numerosi ensemble. È co-fondatore dell’Ensemble di musica antica “NOVA ALTA” con il quale da diversi anni si adopera alla riscoperta e all’esecuzione della musica rinascimentale e barocca ed inoltre è impegnato nella riproposizione del repertorio solistico per Cornetto.

MAURIZIO MAFFEZZOLI nato a Como nel 1974, diplomato in Organo e Composizione Organistica con il M° W. Van De Pol, Clavicembalo con il M° A. Fedi e Didattica della Musica con il M° A.M. Freschi presso il Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia. Ha approfondito gli studi con A. Fedi, F. Munoz, L.F. Tagliavini, L. Tamminga e H. Vogel.

Ha al suo attivo numerosi concerti, in Italia e all’estero, sia come solista che in formazioni cameristiche, (Festival dei due Mondi di Spoleto, Festival Organistico Umbro, Festival di Venezia, Itinerari organistici a Pisa, Festival organistico di Viterbo, Hermans Festival, Festival International Orgues vallées Roya- Bavera -Francia-, Organ Festival di Tokyo, Concerti d’organo a Varsavia, Città del Messico, Helsinky, Lublino,Danimarca, Francia). Ha collaborato come docente con il Conservatorio Nacional de Musica di Città del Messico, Akademia Muzyczna  Bydgoszcz (Polonia) e la Frederic Chopin Musical University. Dirige il coro “Monti Azzurri”di Pievebovigliana (MC), il coro di voci bianche “Helvia Recina” di Villa Potenza (MC). Ha inciso il cd  ”Organum contra Organum” per due organi, un cd con musiche inedite di autori abruzzesi per la Tactus, un  dvd “Terra d’organi” per la provincia di Macerata ed ha in programma una registrazione di un cd di autori spagnoli per organo e mezzo-soprano. E’ presidente dell’associazione musicale “Organi-Art & Borghi” di Camerino con cui organizza il Festival organistico “Terra d’Organi Antichi” giunta quest’anno alla sua XVII edizione e organista titolare dell’organo di S. Caterina d’Alessandria di Comunanza -FM- (-Anonimo XVII sec – fam. Fedeli XVIII sec – O. Cioccolani 1858-) e degli organi (G. Fedeli 1769   e  F. Testa 1712 – D. Fedeli 1829-53) della Basilica di S. Venanzio di Camerino (MC).

ORGANO ANDREA E LUIGI MONTESANTI risalente all’anno 1800. Collocato in bella cassa organaria a cinque scomparti, sopra il portale di ingresso della Chiesa Parrocchiale “Assunzione della Beata Vergine Maria” di Castel d’Ario.

È diviso in 2 corpi, Grand’Organo visibile e Positivo Tergale nascosto e si distingue da altri organi  tipici della scuola italiana per diverse caratteristiche, tra cui il positivo situato alle spalle dell’organista, dove la meccanica passa interamente sotto i piedi: un vero capolavoro di ingegneria meccanica! Nel 1935 Fancini Paride, organaro a Sopraponte (BS) ne sconvolse completamente le caratteristiche originali. Furono tolte anche tutte le ance e sostituiti alcuni registri in uso negli anni trenta. Fu ripreso nel 1970 dal mantovano Domenico Vergine. Tra il 2002 ed il 2006 lo strumento viene ripristinato e portato al suo antico splendore, in base a documenti originali ritrovati nel castello del Buonconsiglio a Trento, dalla ditta organara Formentelli. Sono stati recuperati particolari registri come l’arpone bassi, le trombe ed i tromboncini. Il ripieno, brillante e cristallino, si completa con la presenza di flauti, cornetti, ottavino, timballone (rollante) e altri timbri, come gli usignoli, che i costruttori hanno voluto sperimentare per aggiungere caratteristiche tipiche di un organo della scuola francese.

Paolo Biondo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.