L’ACCADEMIA TEATRALE FRANCESCO CAMPOGALLIANI apre la nuova stagione teatrale con IL GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI

Con la versione al femminile de “Il Giro del Mondo in 80 Giorni” di Jules Verne prenderà il via il 15 ottobre la nuova stagione teatrale 2022/2023 del Teatrino di Palazzo d’Arco di Mantova; rassegna allestita dall’Accademia Teatrale “Francesco Campogalliani” che dispone anche del supporto della Fondazione Comunità Mantovana.

A fare da sfondo all’impregno profuso dai promotori di questa serie di appuntamenti è quello di riuscire a riportare le persone a teatro offrendo loro sia spunti di riflessione sia momenti di ottimismo e positività.

Francesca Campogalliani

La rassegna è stata presentata mercoledì 28 settembre nel Teatrino di Palazzo d’Arco alla presenza della presidente dell’Accademia Teatrale “F. Campogalliani”, Francesca Campogalliani che aveva al suo fianco la direttrice artistica della rassegna nonché regista di alcune rappresentazioni, Maria Grazia Bettini, il regista Mario Zolin e Chiara Prezzavento che si è occupata della traduzione e riduzione teatrale di alcuni appuntamenti posti in locandina.

Mario Zolin e Maria Grazia Bettini

Lo sforzo organizzativo, basato su una formula ormai consolidata nel tempo ovvero si va da ottobre a maggio con numerose rappresentazioni sia pomeridiane sia serali, si tradurrà nella proposta di sei opere che vanno dalla prosa alla tradizione popolare mantovana.

Chiara Prezzavento

Un excursus artistico e culturale che saprà incontrare i consensi delle persone di tutte le generazioni, e che ha tenuto in debita considerazione anche le richieste formulate dagli appassionati che sono soliti presenziare ai vari momenti proposti.

Dal 15 ottobre al 27 novembre, ad esempio, al centro dell’attenzione sarà “Il Giro del Mondo in 80 Giorni” che per l’occasione è stato riscritto per offrirlo al pubblico in una versione che avrà come protagoniste due donne. Un omaggio, quindi, al mondo femminile che anche sul finire del XIX secolo ha avuto modo di dimostrare i propri talenti.

La seconda opera presa in esame e trasformata in pieces teatrale sarà la fiaba di Charles Dikens “Canto di Natale” che verrà portata inscena dal 2 al 18 dicembre.

“Rumors” di Neil Simons sarà invece proposta al Teatrino di Palazzo d’Arco dal 31 dicembre 2022 al 29 gennaio 2023.

Una proposta dai molteplici aspetti sarà quella collegata alla commedia dal titolo “Cosmetica del nemico” di Amèliè Nothomb che sarà portata in scena dal 3 febbraio al 5 marzo 2023.

Il dialetto sarà protagonista della stagione teatrale a firma Accademia Teatrale “F. Campogalliani”, dal 10 marzo al 2 aprile 2023, infatti, sarà portata in scena la commedia “Al gat in cantina” grazie alla trasposizione nella parlata mantovana di Luigi Zuccaro.

A concludere la stagione teatrale 2022/2023 sarà la commedia di Aldo Nicolaj dal titolo “Mai stata sul cammello?” che sarà proposta con la regia di Mario Zolin dal 14 al 30 aprile 2023.

Come momento di completamento del percorso ideato a maggio si terrà il saggio degli allievi della scuola di teatro dell’accademia mantovana.

Uno degli aspetti che hanno creato maggior interesse tra gli appassionati nei riguardi della rassegna è la collaborazione istaurata dall’Accademia Teatrale “F. Campogalliani con il Liceo Artistico di Mantova. Con gli studenti di una classe di questo istituto è stato possibile dar vita ad un progetto che s è tradotto nella realizzazione della scenografia dell’opera con la quale s’inaugurerà la stagione.

Inoltre per coinvolgere il maggior numero di persone è stato stabilito un biglietto scontato, 12 euro, per le persone over 65 mentre per i giovani sino ai 12 anni 10 euro.

I biglietti, prezzo intero 15 euro a rappresentazione si potranno acquistare sia alla biglietteria del teatro dal giovedì al sabato dalle 17,30 alle 19 sia prenotare sempre in quei giorni e quegli orari telefonando allo 0376 325363 o anche via mail all’indirizzo: biglietteria@teatro-campogalliani.it

Paolo Biondo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.