L’UNIONE D’INTENTI E ENERGIE SI TRASFORMA NELLA RASSEGNA TEATRALE “4D TEATRO”

MANTOVA – L’arte e la cultura diventano il veicolo con il quale dar vita ad un progetto denominato “4D Teatro” che avrà come protagoniste quattro realtà del mondo del palcoscenico mantovano.

La rassegna teatrale è stata presentata martedì 11 ottobre allo Spazio Studio S. Orsola di Mantova alla presenza dell’assessore comunale Alessandra Riccadonna; Raffaele Latagliata e Federica Restani direttori artistici di Ars Creazione e Spettacolo, Luisa Supino di Carrozzeria Orfeo, Saya Namikawa del Teatro all’Improvviso e Flavio Cortellazzi del Teatro Magro.

Grazie a questa iniziativa il teatro mantovano esempio di dialogo con la creazione di una rete di collaborazione più forte che mai.

L’intento dei promotori di questo progetto è quello di proporre una drammaturgia contemporanea estremamente attuale, espressione delle tendenze del panorama nazionale.

Le quattro realtà del mondo teatrale virgiliano hanno unito le proprie forze artistiche e produttive per sperimentare un modo nuovo di lavorare sul territorio condividendo esperienze ed idee.

Tutto ciò si è concretizzato in una stagione teatrale composta da otto rappresentazioni che saranno proposto al teatro dello Spazio Studio S. Orsola di via Bonomi 3 a Mantova.

Il progetto, vale la pena sottolinearlo ha preso vita grazie anche al Bando Emblematici Minori di Fondazione Cariplo, al sostegno del Comune di Mantova, di Fondazione Bam e di Fondazione Comunità Mantovana.

Protagonisti assoluti di questo progetto saranno gli “Spettatori Mobili” che con sguardo attento, impegno, e partecipazione avranno aiutato i quattro soggetti a costruire un palinsesto tutto da scoprire.

Il primo appuntamento di questo festival verrà proposto il 22 e il 23 ottobre.

Verrà portata in scena dagli attori di Ars Creazione e Spettacolo l’opera dal titolo “I mezzalira – panni sporchi fritti in casa” di Agnese Fallongo e per la regia di Raffaele Latagliata. Un racconto tragicomico che, ai toni brillanti della commedia all’italiana, mescola le tinte fosche del giallo e invita lo spettatore a guardare attraverso il buco della serratura di una casa “qualsiasi” , quella della famiglia Mezzalira.

Il secondo spettacolo del festival sarà proposto il 19 e 20 novembre; in questa occasione il Teatro All’improvviso presenterà la commedia dal titolo “Storia di luce”, testo, scene e regia di Dario Moretti. La rappresentazione porrà l’accento sul fatto che la luce per quanto sia veloce troverà sempre dinanzi a sé il buio. Per questo motivo decide di intrufolarsi in tutti gli anfratti risvegliando ogni creatura dal sonno e dal letargo.

La Carrozzeria Orfeo l 3 e 4 dicembre sarà la protagonista della terza rappresentazione e sul palco proporrà l’opera dal titolo “Robe dell’altro mondo – racconto di una invasione aliena” con la drammaturgia di Gabriele Di Luca e la regia sua e di Massimiliano Setti. Si tratta di una versione rielaborata di uno dei successi teatrali di questa compagnia.

Il festival 4D Teatro proseguirà il 17 e 18 dicembre con la rappresentazione dell’opera dal titolo “Quadretti” con la regia di Flavio Cortellazzi e in questo caso i protagonisti saranno gli attori del Teatro Magro. Il cammino predisposto dai promotori di questo progetto teatrale proseguirà nei primi mesi del 2023 con la commedia dal titolo “Arturo” vincitrice del Premio Scenario infanzia 2020 che sarà portata inscena il 14 e 15 gennaio con eventuale replica il 16 gennaio.

Il 4 e 5 febbraio invece sarà la volta di “Tabù ho fatto colazione con il latte alle ginocchia”, una produzione del Teatro della Caduta e per la drammaturgia e regia di Rodolfo Scappini e Paola Vannoni.

“J E Acca, lo strano caso” sarà la commedia di Rossana Gaya e Paola Tintinelli che verrà proposta l’11 e 12 marzo e infine il festival chiuderà i battenti il 2 aprile con il “Berretto a sonagli – ‘a nomme’ e Dio” di Luigi Pirandello.

Paolo Biondo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.