GENE GNOCCHI, MAX PISU & ANTONIO CORNACCHIONE e RIMBAMBAND per la MINI-STAGIONE DEL TEATRO NUOVO DI MARMIROLO

TRE GRANDI SPETTACOLI COMEDY PRIMA DELLA CHIUSURA TEMPORANEA PER I LAVORI DI ADEGUAMENTO ANTINCENDIO E RESTAURO

Da sx: Alessandra Scalori (Disanimima Piano) Massimiliano Boschini (assessore alla cultura) e Paolo Galeotti (sindaco di Marmirolo)

MARMIROLO – Una mini-stagione teatrale all’insegna del genere comedy e dei grandi ospiti, prima che il Teatro Nuovo chiuda temporaneamente i battenti per gli annunciati lavori di adeguamento antincendio e restauro e manutenzione straordinaria dell’edificio, cui si affiancano quelli per il nuovo allestimento della annessa biblioteca. È questa la proposta culturale avanzata dall’amministrazione comunale in vista dei primi mesi del 2023, di fatto l’unica possibile dal momento che tra non molto verrà installato il cantiere in piazza Roma.

Una rassegna più breve, dunque, di soli tre spettacoli: ma tutti di livello assoluto e allestiti a braccetto con l’associazione Disanima Piano di Mantova, con la quale prosegue la collaborazione dopo il successo degli eventi degli scorsi anni (gli ultimi in ordine di tempo lo spettacolo con Ezio Guaitamacchi e il concerto di Dolcenera).

Il motto che accompagna la mini-stagione è “Va che bèla comèdia!”, sulla falsariga dello slogan adottato per il cartellone del 2022. Si parte sabato 4 febbraio con “Il movimento del nulla” con Gene Gnocchi, si prosegue sabato 18 febbraio con “Pigiama per sei” con Max Pisu e Antonio Cornacchione e si conclude venerdì 3 marzo con “Il sol ci ha dato alla testa” con la Rimbamband.

Tre grandi spettacoli accomunati dal genere comedy, perché se il Teatro Nuovo deve chiudere – temporaneamente – i battenti, è meglio farlo con il sorriso stampato in faccia.

Oltre agli spettacoli inseriti nel cartellone di “Va che bèla comèdia!”, il Teatro Nuovo ospiterà anche uno spettacolo dedicato a bambini e famiglie: domenica 12 febbraio alle ore 16 andrà in scena il green musical “Il Ri-ciclo della vita” a cura della Compagnia Teatro d’Asporto di Mantova con attori in maschera, marionette e burattini, canto e musica dal vivo, scenografie e strumenti realizzati con materiale di riciclo (biglietto unico 5 euro).

Per tutti gli spettacoli le prevendite sono attive al numero di telefono 3204343663 (Pro loco di Marmirolo).

I lavori al Teatro Nuovo di Marmirolo prevedono l’adeguamento antincendio, il restauro e la manutenzione straordinaria dello storico edificio, nonché il nuovo allestimento della biblioteca. Il progetto era stato candidato al bando regionale per l’assegnazione di contributi per la valorizzazione del patrimonio pubblico lombardo a fini culturali, ottenendo un contributo pari a 492.712 euro a fondo perduto, a fronte di un importo complessivo pari a 656.950 euro (la parte restante è a carico del Comune). Il teatro necessita di restauro di alcune situazioni ammalorate, ma anche di interventi relativi alla prevenzione degli incendi. Gli interventi di restauro e risanamento conservativo riguarderanno le superfici esterne dell’edificio, il golfo mistico e parte degli ambienti interni ammalorati.

È previsto inoltre il recupero di 5 porte a due battenti in legno e vetro. Per risolvere il problema delle infiltrazioni nel sottoportico si prevede il risanamento della copertura con la posa di un nuovo strato di guaina bituminosa. Contestualmente ai lavori al teatro sono inclusi nel progetto anche interventi alla biblioteca comunale, che occupa lo stesso edificio, relativamente all’allestimento e all’arredo per restituire alla cittadinanza un servizio completamente rinnovato e maggiormente rispondente ai bisogni odierni a cui la biblioteca è chiamata a rispondere. Nello specifico la finalità della fornitura è quella di creare spazi più accoglienti e fruibili per i ragazzi e gli studenti che desiderano studiare in biblioteca e ampliare l’offerta culturale destinata a eventi di lettura, presentazioni di libri e incontri con gli autori anche in orario serale e nel fine settimana. Questo intervento segue quello di ristrutturazione degli ambienti terminato nel 2020.

Un ultimo capitolo riguarda l’acquisizione di attrezzature funzionali alla fruizione della cultura da parte di persone con disabilità sensoriale, tramite l’acquisizione di alcune targhe tattili in braille.

VA CHE BÈLA COMÈDIA – IL PROGRAMMA

Il Movimento del Nulla, con Gene Gnocchi

Sabato 4 febbraio 2023, ore 21

intero: 18 euro ridotto 15 euro

ingresso gratuito per soci e partner Disanima Piano

ingresso ridotto per abbonati Autunno a Teatro 2022

Una vera e propria convention, un monologo del comico e commentatore televisivo, dai contorni assolutamente politici e facilmente intuibili fin dal titolo. «Il Nulla. Non manterremo le promesse, ma noi ve lo diciamo prima».
Come la migliore tradizione italiana insegna, il movimento nasce dalla televisione per diventare qualcosa di reale. Se il proprietario delle televisioni private è diventato premier e uno dei più grandi comici capo di uno dei movimenti più importanti, perché Gene Gnocchi non dovrebbe potersi candidare alla carica di presidente? “Lavorare meno, Lavorare voi” è uno degli slogan del nuovo partito e promette tutto per arrivare al niente.
Si presenta come la “Leopolda dei poveri” e si prefigge di spazzare via tutto ciò che la pandemia e la crisi energetica non hanno eliminato fino ad arrivare ad azzerare quanto fatto fino ad ora, fare tabula rasa per lasciare un foglio bianco alle nuove generazioni.
È la parodia della politica di oggi, uno show politicamente scorretto che si trasforma in un vero movimento; infatti, il biglietto di ingresso darà diritto al ricevimento della tessera del partito e sarà possibile acquistare i gadget elettorali. Naturalmente non mancherà l’inno del movimento, ma ogni sera sarà il pubblico a sceglierlo attraverso una votazione ufficiale.
Le adesioni sono già numerose, non perdete l’occasione di ospitare un evento epocale per la storia politica del nostro paese.

Pigiama per sei, con Max Pisu e Antonio Cornacchione

Sabato 18 febbraio 2023, ore 21

intero: 18 euro ridotto 15 euro

ingresso gratuito per partner Disanima Piano

ingresso ridotto per abbonati Autunno a Teatro 202

ingresso ridotto per soci Disanima Piano

Il più classico dei triangoli: lui, lei, l’altra. Ma la figura diventa un poligono complesso, allorché la cameriera mandata da un’agenzia, complice il destino beffardo che vuole porti lo stesso nome, viene scambiata per l’amante del marito dall’amico, ma è costretta a interpretare il ruolo di amante di quest’ultimo agli occhi della moglie, che è ovviamente gelosa, ma non può svelarsi… Finché ognuno è costretto a interpretare un ruolo diverso a seconda delle persone presenti nella stanza, in un crescendo di equivoci e risate. Pigiama per sei è il tipico meccanismo perfetto. Un testo in cui lo spettatore si appassiona, immedesimandosi involontariamente, per capire come i vari personaggi riusciranno a trovare soluzioni a situazioni che diventano via via più intricate, fino allo scioglimento dovuto all’arrivo di un ulteriormente inaspettato (e pericoloso) deus ex machina.

Il sol ci ha dato alla testa, con Rimbamband

Venerdì 3 marzo 2023, ore 21

intero: 18 euro ridotto 15 euro

ingresso gratuito per Soci e partner Disanima Piano

ingresso gratuito per Abbonati Autunno a Teatro 2022 che abbiano acquistato anche i primi due spettacoli

ingresso ridotto per abbonati Autunno a Teatro 2022

Eccentricità, talento, preparazione ed una sana dose di voglia di divertirsi e di divertire costituiscono il segreto del successo della formazione che con il suo spettacolo “Il sol ci ha dato alla testa”, ha superato i confini cittadini per approdare in prestigiose ribalte nazionali. Il gruppo è reduce da Orvieto dove ha incantato il pubblico di Umbria jazz winter, assicurandosi un posto per la versione estiva dell’evento, in programma a Perugia. I protagonisti danno vita ad una formazione eclettica, frizzante, folle, ma anche bizzarra, gustosa e scatenata, artisti a tutto tondo che “usano” la musica per viaggiare anche al di là di essa. Un repertorio che spazia, con agilità, da Fred Buscaglione a Renato Carosone, passando per Nicola Arigliano, riscoprendoli, rivalutandoli, rilanciandoli, reinterpretandoli, con la spregiudicata consapevolezza dell’omaggio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.