GOITO FESTEGGIA SANT’ANTONIO ABATE: sfilata, offerta beni della terra, benedizione macchine agricole e piccoli animali e pranzo della fraternità

Se l’Epifania tutte le feste le porta via vi sono ricorrenze nel mese di gennaio che ribadiscono quanto sia forte il legame delle persone con le tradizioni popolari. Tradizioni che pongono l’accento sia su aspetti religioso spirituali sia sociali.

A Goito, ad esempio, la ricorrenza di S. Antonio Abate, per il mantovani “Sant’Antoni chisulèr”, posta in calendario il 17 gennaio diventa anche il momento del ringraziamento da parte del mondo agricolo locale dell’annata trascorsa.

Oltre a questo l’appuntamento in questione, promosso dal Comune di Goito iin collaborazione con la parrocchia di S. Pietro Apostolo, le associazioni agricole, studi privati locali e latterie, diventerà l’occasione per la benedizione di una nuova e prodiga stagione agricola.

Particolarmente nutrito si rivela, quindi, il protocollo di questa giornata di festa.

La mattinata si aprirà con la sfilata lungo le vie del centro storico di Goito che lascerà posto alla celebrazione della Santa Messa che sarà celebrata nella locale Basilica, rito che contemplerà al proprio interno anche l’offerta da parte degli esponenti del mondo agricolo dei frutti del proprio lavoro. A seguire avverrà prima la benedizione delle macchine agricole e dei piccoli animali da cortile e poi il pranzo della fraternità.

Il momento conviviale, con il quale si concluderà la cerimonia di festeggiamento della ricorrenza, si terrà ad offerta libera nella sala centrale dell’oratorio parrocchiale.

Per coloro che desiderano partecipare sia al raduno sia al pranzo è necessaria la prenotazione da effettuarsi attraverso la Parrocchia oppure le associazioni agricole locali o anche gli studi privati di settore. Paolo Biondo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.