GOITO – PRESENTAZIONE DEL LIBRO “IL GERARCA AVIATORE” di ENZO CARTAPATI

il gerarca aviatore cartapati.jpgNelle profondità dello stagno di Corte Baronina, nei pressi di Goito, giacciono ancora i resti di Aristide Sarti e del suo aereo, abbattuto il 2 aprile 1945 dall’aviazione alleata. Un monumento ricorda quella presenza discreta, nascosta tra i canneti e il traffico di una strada provinciale.

Ma chi era Aristide Sarti? Enzo Cartapati ha ricostruito nel libro Il gerarca aviatore (Editoriale Sometti) l’interessante biografia di un fascista che leggeva Marx, erede di un’importante famiglia bolognese (gli inventori del celebre Biancosarti), un idealista che non nasconderà la propria delusione verso il regime. Continua a leggere

MANTOVA – PRESENTAZIONE DEL VOLUME “E ALLA FINE NON RIMASE NESSUNO”

E alla fine non rimase nessunoL’Istituto mantovano di storia contemporanea organizza, Lunedì 9 aprile 2018 Mantova alle ore 17,30, Sala delle Colonne del Centro Culturale “Baratta” (corso Garibaldi 88) – la presentazione di uno degli ultimi volumi recentemente pubblicati. Si tratta del volume E alla fine non rimase nessuno. Storia degli Ebrei di Marcaria, San Martino dall’Argine, Gazzuolo e Bozzolo, quarta pubblicazione di Ermanno Finzi dedicata alla demografia ebraica nei luoghi minori dei Gonzaga fino al ventesimo secolo.

Dopo i saluti di Daniela Ferrari, presidente dell’Istituto mantovano di storia contemporanea , insieme con l’autore interverrannno Maurizio Bertolotti,  ed Emanuele Colorni, presidente della Comunità ebraica mantovana.
(gb)

CREMONA – RISCOPRIRE LA “VISIONE” DEL POETA ANGELO POMA

VISIONE A CONFRONTO.jpg

Martedì 9 maggio alle 17,00 a Cremona, Sala Conferenze dell’Archivio di Stato (via Antica Porta Tintoria, 2) viene presentata l’edizione, curata da Marida Brignani, del poemetto “Visione. A conforto della Madre. 8 dicembre notte 1852″ scritto l’8 dicembre 1852 da Angelo Poma, medico, e fratello per via paterna di Carlo Poma, impiccato il giorno prima dagli Austriaci a Mantova nella valletta di Belfiore assieme ad altri congiurati.

MANTOVA – CONOSCERE LE DIVERGENZE CULTURALI NELLA STORIA CONTEMPORANEA

Mantova-GhettoL’Istituto mantovano di storia contemporanea organizza un seminario in quattro lezioni dal titolo Convivenza e conflitti nelle società multietniche: riflessioni sull’Italia del XXI secolo alla luce della storia dei rapporti tra ebrei e non ebrei nella società mantovana (1400-1900). L’iniziativa nasce dalla consapevolezza della straordinaria attualità dei problemi della convivenza e dei conflitti nelle società multietniche. Continua a leggere

70esimo anno della Liberazione – varie iniziative organizzate dall’IMSC

di G.Baratti

L’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea di Mantova, in occasione della ricorrenza del 70° anniversario della Liberazione, ha collaborato alla realizzazione di diverse iniziative.

Qui di seguito vengono elencate quelle che avranno luogo da lunedì 20 a giovedì 23 aprile.

Sandri_2015_04_201 copia

Lunedì 20 aprile 2015 alle 17 Sala delle Colonne del Centro “Baratta” di Corso Garibaldi 88, “Omaggio a Renato Sandri”. L’ANPI di Mantova in collaborazione con l’IMSC consegnerà una targa al proprio presidente onorario Renato Sandri, partigiano e studioso della Resistenza. Continua a leggere

TESTIMONIANZE DI STORIA EBRAICA FRA MANTOVA e CREMONA

locandina 14aprile low (1) copia

Martedì 14 aprile alle ore 16, presso la sala della Madonna della Vittoria in via Monteverdi 1 a Mantova, si terrà il secondo incontro del ciclo organizzato dall’Istituto mantovano di storia contemporanea Testimonianze di storia ebraica fra Mantova e Cremona. L’iniziativa fa parte del progetto Rimon. Itinerari Ebraici in Lombardia sostenuto dalla Fondazione Cariplo e coordinato, in qualità di capofila, dalla Comunità ebraica di Milano.

L’incontro, realizzato in collaborazione con gli Amici di Palazzo Te e la Comunità ebraica di Mantova, entrerà nel vivo delle più significative testimonianze ebraiche della città: Emanuele Colorni illustrerà storia e caratteristiche delle sinagoghe di Mantova e le vicende del ghetto cittadino, mentre Claudia Bonora Previdi ripercorrerà la storia dei luoghi di sepoltura degli ebrei mantovani. Maurizio Bertolotti, nella stessa aula sacra eretta sulle macerie di una casa ebraica, in cui a lungo rimase esposta la magnifica pala della Madonna della Vittoria di Andrea Mantegna appositamente commissionata per questo luogo, dedicherà invece il suo intervento al rapporto fra il principe e gli ebrei e a una lettura storico-iconografica del dipinto.

Il pomeriggio di studi si concluderà con la visita guidata da Emanuele Colorni all’area dell’antico ghetto e alla sinagoga di Mantova.