A MANTOVA LA SPUNTA LUCINDA BRAND

foto di Mendes Biondo

foto di Mendes Biondosul podio la vincitrice Linda Brand con Maurizio Pellizzer  e Alessandro Benatti rispettivamente Presidente e vice presidente Parco del Mincio e Alessandro Pastacci, presidente della Provincia

Press Office Giro Rosa

Tanto spettacolo e grande caldo anche nella terza tappa del Giro Rosa 2015, che coi suoi 135 chilometri è stata la più lunga di questa edizione. Sul rettilineo di Palazzo Te è stata l’olandese Lucinda Brand ad avere la meglio, con una bella volata tra le nove fuggitive di giornata.

La corsa si è animata sin dai primi chilometri, con la fuga di Lindsey Williams (Orica – AIS), la quale è stata ripresa poco prima del GPM di Monzambano, sul quale l’ha spuntata Flavia Oliveira su Carlee Taylor, che resta Maglia Verde seppure appaiata in classifica con l’atleta brasiliana della Alè-Cipollini.

Successivamente parte la fuga definitiva del gruppo di nove atlete comprendenti Lucinda Brand (Rabo-Liv), Mayuko Hagiwara (Wiggle Honda), Valentina Scandolara (Orica-AIS), Malgorzata Jasinska (Alè-Cipollini), Chiara Pierobon (Top Girls Fassa Bortolo), Claudia Lichtenberg (Liv-Plantur), Elena Cecchini (Lotto Soudal Ladies), Daiva Tuslaite (Inpa Sottoli Giusfredi) e Loren Rowney (Velocio-SRAM): a circa 60 km dall’arrivo esce dal plotone Elena Franchi (Servetto Footon) resistendo per alcuni chilometri.

Nel finale il vantaggio cala sensibilmente, grazie all’accelerazione delle squadre delle velociste, che in poco tempo si avvicinano alla fuga ma il ricongiungimento non riesce. All’attacco parte Valentina Scandolara che si riporta sulla fuga e si gioca lo sprint finale che però va alla Maglia Ciclamino Lucinda Brand sulla stessa veronese della Orica – AIS e sulla campionessa d’Italia Elena Cecchini.

Resta immutata invece la classifica generale, con Megan Guarnier sempre in Maglia Rosa.  Da segnalare la presenza all’arrivo di Mantova la presenza di Marianne Vos, tre volte vincitrice del Giro Rosa. La fuoriclasse olandese è arrivata a gioire per il successo della compagna di squadra e per abbracciare il direttore del Giro Giuseppe Rivolta, al quale ha ammesso di voler tornare a correre il Giro l’anno prossimo.

foto di Mendes Biondo

foto di Mendes Biondo – sul podio le tre vincitrici della tappa Grazie-Mantova

Ordine di arrivo 3° tappa Giro Rosa (Curtatone – Mantova, 136 km)

1. Lucinda Brand (Rabo-Liv) 3h17’57”

2. Valentina Scandolara (Orica-AIS) +0”

3. Elena Cecchini (Lotto Soudal Ladies) +0”

4. Loren Rowney (Velocio – SRAM) +0”

5. Mayuko Hagiwara (Wiggle Honda) +0”

6. Daiva Tuslaite (Inpa Sottoli Giusfredi) +0”

7. Malgorzata Jasinska (Alè Cipollini) +0”

8. Claudia Lichtenberg (Liv-Plantur) +0′

9. Chiara Pierobon (Top Girls Fassa Bortolo) +10”

10. Annalisa Cucinotta (Alè Cipollini) +1’15”

untitled copia

Classifica generale dopo la seconda tappa:

1. Megan Guarnier (Boels Dolmans Cycling Team) 9h’07’01”

2. Anna Van der Breggen (Rabo-Liv) +2”

3. Ashleigh Moolman (Bigla Pro Cycling Team) +5”

4. Lucinda Brand (Rabo-Liv) +12”

5. Elisa Longo Borghini (Wiggle Honda) +13”

6. Evelyn Stevens (Boels Dolmans Cycling Team) +15”

7. Katarzyna Niewadoma (Rabo-Liv) +17”

8. Karol-Ann Canuel (Velocio-SRAM) +24”

9. Mara Abbott (Wiggle Honda) +37”

10. Elena Cecchini (Lotto Soudal Ladies) +43” 

untitled1 copia

Le maglie del 26° Giro Rosa dopo la 3° tappa: 

Maglia Rosa: Megan Guarnier (Boels Dolmans Pro Cycling Team)

Maglia Ciclamino: Lucinda Brand (Rabo-Liv)

Maglia Verde: Carlee Taylor (Lotto Soudal Ladies)

Maglia Bianca: Katarzyna Niewadoma (Rabo-Liv)

Maglia Blu: Elisa Longo Borghini (Wiggle Honda)

 

 

Rispondi