BELFORTE – FESTA D’LA RANA E DAL STRACOT D’ASAN

posterrana

di G.Baratti

Dal 17 al 20 Luglio siamo tutti invitati a Belforte di Gazzuolo (Mn) in piazza Risorgimento per accontentare il palato.

Per la 20^ edizione il Circolo La Torre, che sta per consolidare il suo 48° anno di fondazione, organizza quella che è stata una delle feste a base di stracotto e rane di maggior successo dell’estate mantovana. Organizzata in collaborazione con la trattoria “Da Ginen” di Maria Grazia Bergamaschi, che mantiene da molti anni la tradizione e la tipicità belfortese avendo sia nelle rane fritte senza aggiunte che in quelle immerse in nuvole di frittata e nello stracotto d’asino, i suoi capisaldi.

Tutte le tradizioni che si mantengono vive e legate ad un paese sono più forti quanto sono lontane e profonde le loro radici e quando queste sono intrecciate con la vita quotidiana dei propri avi. Le rane e lo stracotto, insieme alla figura degli “straser“ (straccivendoli) sono sempre stati legati a Belforte, come la sbrisolona a Mantova o il torrone a Cremona.

All’origine la “festa d’la rana e dal stracot d’asan“, che il Circolo La Torre di Belforte organizza da quasi 10 anni, sono partiti dalla constatazione che delle tante osterie e piccole trattorie che esistevano un tempo nella frazione come l’Osteria da “Sulfren“ e Trattoria “Lui“ non ne restava che una, la Trattoria “da Ginen“.

A quel punto i responsabili dell’associazione hanno pensato ad una festa che mantenesse una tradizione belfortese, in collaborazione con Maria Grazia Bergamaschi, che sta portando avanti una “eredità“ di tre generazioni famigliari nel campo della ristorazione tradizionale locale, nel rispetto dei dettati gastronomici mai scritti ma sempre ben presenti nella nostra realtà paesana.

sagrestate_02

L’idea si è rivelata vincente per un insieme di fattori. Tra questi vi è anche la crescente ricerca da parte degli avventori di gusti “veri” e particolari “ d’na volta“ che contrastassero la spinta verso la globalizzazione del gusto.

La scelta di piatti non facilmente rintracciabili come lo stracotto, frittata di rane, pesce gatto fritto e lumache con l’aggiunta di una variante come il risotto alla belfortese con salsiccia, piselli e pomodoro, una elaborazione di quello alla mantovana, lanciato proprio alcuni anni fa in occasione della festa e che col passare del tempo sta riscuotendo un crescente successo. Grazie all’ottima organizzazione e le referenze di chi ha già assaporato i piatti preparati negli anni scorsi è stato possibile far raccogliere alla festa dalle 7/8.000 presenze di persone provenienti da ogni parte della provincia di Mantova e dalle province e regioni limitrofi.

UpkPfA5XLjiSy1SOtTwxsfaC2dwD2nUY1b15LKJ0Rgk=--

Tra le altre specialità che si potranno gustare durante la festa vanno ricordati

Risotto alla belfortese con salsiccia, piselli e pomodoro

Penne con lo stracotto

Rane fritte

Rane fritte in nuvole di frittata

Stracotto s’asino

Pesce gatto fritto

Sbrisolona

Bisulan “casalen“

fiumi di Lambrusco

1111

Una delle caratteristiche della “Festa d’la rana e dal stracot d’asan” è la doppia distribuzione dei piatti per dimezzare i tempi di attesa dove si possono trovare più di 1000 posti a sedere e uno spazio relax con tanto di gazebo nel giardino a lato della piazza. Le quattro serate, tutte a ingresso gratuito, nella centralissima piazza Risorgimento verranno allietate dalla musica e da competizioni di moto. ENTRATA LIBERA

Per info.:  www.circololatorre.it – info@circololatorre.it

Annunci

Rispondi