CASUMARO – Sagra della Lumaca

1343-00di G.Baratti

Iniziata il 29 luglio e fino al 10 agosto è giunta trionfale al 41° anno di attività la Sagra della Lumaca di Casumaro (Fe).

Un appuntamento non solo gastronomico, ma anche di tradizione popolare, per festeggiare il

Casumaro_lumache_Fuoriportapatrono San Lorenzo, conosciuto da tutti per la spettacolare notte delle stelle. Una festa che da più di 40 anni sa rinnovarsi volta, arricchendosi di piatti prelibati a base di lumache e menù tradizionale per conquistare i palati sopraffini.

Il piatto tipico di Casumaro è l’irresistibile, lumache alla casumarese, per festeggiare e rendere onore ancora una volta la protagonista della nostra tavola: la signora lumaca.

Apertura stand ore 19.30

lumaca-bg-2-599x275

MENU’ di LUMACHE

ANTIPASTI

• Lumache all’olio con mix di verdure e formaggi • Lumache con radicchio al forno, pancetta saltata in padella e aceto balsamico • Lumache con rucola e grana

  • Tortellini di lumache al burro e salvia • Crespelle alle lumache delizia della Sagra • Bigoli al torchio di lumache alla Borgogna • Bigoli al torchio di lumache alla Carbonara • Tagliatelle di lumache alla Casumarese • Tris di primi di lumache (tortellini, crespelle, bigoli)

SECONDI PIATTI

• Lumache alla Casumarese • Lumache fritte • Lumache alla Borgogna • Lumache al tartufo in letto di polenta • Lumache Trifolate con funghi misti • Lumache in Guazzetto • Tris di secondi di lumache (Casumarese, fritte, N. 6 Borgogna)

MENU’ TRADIZIONALE

  • Tortellini al tartufo • Tortellini alla panna • Cappellacci di zucca al ragù • Cappellacci di zucca al burro e salvia • Cappellacci di zucca alla salamina da sugo • Treccine all’uovo all’ortolana • Bigoli al torchio all’anatra • Tagliatelle al capriolo

SECONDI PIATTI

• Fiorentina di manzo cotta alla brace (min. 7 hg.) • Filetto di manzo all’aceto balsamico e radicchio rosso • Tagliata di manzo con zucchine fritte e scaglie di grana • Cotoletta al tartufo • Principess al tartufo • Lombatina di vitello cotta alla brace • Salamina da sugo con purè di patate • Grigliata di carne mista alla brace • Roast Beef su letto di verdure • Galletto amburghese alla brace

Patate Fritte • Zucchine Fritte • Insalata Mista • Purè di Patate

Zuppa Inglese • Tenerina • Semifreddo all’amaretto • Panna cotta • Mousse di torrone al nocino • Ananas • Sorbetto al limone/caffè • Gelato artigianale alla crema/nocciola/cioccolato

festa_della_lumaca_928

Si ricorda che fino al 10 agosto sarà in funzione l’Osteria della Lumaca presso la Sala Polivalente in Via Garigliano, 14.

Spettacoli d’intrattenimento ludico-culturale e ricreativi, serate musicali, mostre, mercatini a tema, concorso letterario – luna park – spettacolo pirotecnico.

1883_bis1

Casumaro è un paese il cui territorio è sito “a spartiacque” ai confini delle provincie di Ferrara e Modena sotto l’amministrazione di tre comuni, quali Cento, Bondeno e Finale Emilia.

La sua gente è davvero una comunità estremamente viva, attiva ed orgogliosa della sua tradizione culturale, religiosa, sportiva e… gastronomica in cui si riconosce e si identifica. Una tradizione tipicamente ed esclusivamente casumarese consiste nel completare la cena della Vigilia di Natale con il piatto forte: le lumache alla casumarese.

Si tratta di una autentica specialità gastronomica cucinata secondo una antica ricetta che risale al periodo degli Estensi, cioè alla fine del 500. Da oltre vent’anni il Comitato Fiera di San Lorenzo, che organizza e gestisce le celebrazioni patronali che ricorrono nella prima decade del mese di agosto, ha avuto la felice intuizione di inserire la degustazione della Helix Pomatia (la lumaca) cucinata “alla casumarese” tra le proposte della manifestazione. Un grande successo di critica e di pubblico ha premiato una proposta sicuramente azzardata per la particolarità del prodotto. Infatti si è passati dai pochi chilogrammi di lumache, del primo anno a 20 quintali consumati da oltre 15.000 degustatori in occasione dell’ultima edizione.

La richiesta, attualmente, è tale da imporre – e già dall’edizione 1997 – la presenza di due strutture gastronomiche oltre alla degustazione gratuita offerta ai gentili ospiti della Fiera di San Lorenzo – Sagra della Lumaca. La più antica ricetta per la preparazione della “lumaca alla casumarese” risale al 12 novembre 1611 ed è nota come “ricetta della Nuccia”, una procace signora che teneva l’Hostaria al confine tra gli Stati Pontifici ed il Ducato di Modena.

Prenotazioni stand: 348 2655703 – 347 5776868 • Informazioni fiera: 368 3217272 / andrea.valieri@email.it

de00bbbabc75ca40a90c4d2a1937f062

 Antica Ricetta delle Lumache alla Casumarese (12 novembre 1611)

Ingredienti per 2 persone:

24 lumache, olio, 50 gr. di lardo, 1 cipolla, 1 porro, 1 carota 1 bicchiere di brodo di carne, 1 bicchiere di vino bianco, qualche mandorla, odori (cannella, ginepro, zafferano), sale, pepe, mollica di pane secco/pane grattugiato, 4-5 cucchiai di succo d’arancia, parmigiano grattugiato.

“A fare piatti X di Lumache.

Piglia 20 dozzine di lumache che sieno colte nell’inverno e che nella bocca habbiano il suo coperchio che così coperchiate sono purgate, e che habbiano pasciuto erbe odorifere, e le migliori sono quelle che si colgano negli spineti.

Poi habbi una pignatta et poneli dentro et che boglino per mez’hora.

Poi cavale con un ferro dalla sua casa, e getta le budelle e lavale bene con sale, aceto et acqua rosata a più lavature.

Poi ponerai a cuocere nella tinella con buono olio et lardo, e pevere, sale, cipolle, porri, carotte et serali tagliati minuti e falli bollire molto bene per quattro hore.

Dopoi che hanno boglito bene metti quanto che sia hora buon brodo grasso et vin biancho.

Poi piglia mandole ambrossine brustolate, canella, gengevro un poco, zaffrano un poco et molena di pan boffetto grosso brustolato mogliato in succo di naranci, e pesta bene ogni cosa insieme, e passa per la stamegna, e metterai sale, pevere et zuccaro poco, poi lo farai cuocere a fuoco lento, e come le lumache seranno cotte ge lo porrai dentro, e ge lo lascerai un pochetto dentro, poi le imbandirai con buon formaggio duro grattato, e seran ottime, e vogliono essere mangiate calde che sono vivanda divinissima.”

Annunci

Rispondi