GOITO – L’area camper sta diventando realtà

Mauro Torregiani con Loris Lusoardi di Paolo Biondo

L’area di sosta dei camper, un tempo a Goito era un sogno oggi è pronto per divenire realtà. Per promuovere il turismo ed il territorio i responsabili del Club Caravan Camper Goito hanno predisposto da due anni a questa parte un progetto che è già stato presentato al Comune e che sembra essere giunto al momento decisivo.

Presentato giovedì sera nel capoluogo goitese, per la precisione nell’area che attualmente ospita il campo da rugby e che dovrebbe divenire lo spazio per ospitare una quarantina di automezzi utilizzati dai turisti itineranti, il progetto della nuova area di sosta protetta e custodita per i camper.

Un momento della presentazione del progetto

L’iniziativa, nonostante le polemiche sorte nelle scorse settimane, particolarmente sentita a livello locale da coloro che coltivano la passione per questa forma di turismo e non a caso in molti hanno aderito all’invito proposto dal team del presidente Mauro Torreggiani.

Tra i partecipanti all’incontro vi erano pure il consigliere comunale delegato per le attività sportive, Gabriele Belfanti, e l’esponente di Civica Padana per Goito, Anita Marchetti, ad onor del vero presente nella veste di appassionata del camper, Francesco Leidi, responsabile della rivista online e cartacea “Aree soste d’Italia”, Renato Piedimonte, socio di Arance di Natale.

In primo luogo Torreggiani, che aveva al suo fianco anche alcuni di coloro che hanno collaborato alla preparazione del progetto ovvero Mauro Nardi, Loris Lusoardi e Michele Ferrari, ha ricordato che l’intento è quello di offrire a Goito l’opportunità di disporre di uno strumento che favorisca la promozione turistica e che una volta individuata l’area il tutto si realizzerà grazie ad una operazione di autofinanziamento.

Il progetto dell'area di sosta dei camper a Goito

Lo spazio individuato, esistente nell’area degli impianti sportivi della zona Pedagno, attualmente ospita il campo da rugby, impianto sportivo che sarà ricavato in un’area adiacente, non avrà bisogno di significativi interventi per la sua trasformazione e potrà ospitare sino a 36 camper.

I costi collegati alla realizzazione dell’area di sosta e del percorso per il raggiungimento del novo campo da rugby saranno a carico del sodalizio camperistico goitese che tra le altre cose è affiliato alla Uca, Unione Club Amici. Inoltre è stato ricordato che con il Parco del Mincio si è concordata la creazione di un info point che sarà gestito da Club Caravan Camper Goito per fornire le debite indicazioni a tutti coloro che frequentano l’area, siano essi camperisti o semplici turisti.

Rispondi