MANTOVA – PALAZZO TE: TRA ARTE E COLLEZIONI

di G.Baratti

La Collezione Mesopotamica “Ugo Sissa”  è una collezione permanente che si può visitare a Palazzo Te e si trova nei piani superiori assieme ad altre collezioni appartenenti al palazzo stesso come ad esempio: la Collezione Numismatica costituita da 595 monete prodotte dalla Zecca di Mantova, la collezione di dipinti donati dagli eredi dell’editore di Ostiglia, Arnoldo Mondadori e la raccolta Egizia di 500 materiali archeologici “Giuseppe Acerbi”.

Ugo Sissa con un reperto.jpg

Ugo Sissa mantovano di origine, fu artista, architetto, fotografo, pittore e colto viaggiatore. Dal 1953 al 1958 lavorò a Baghdad come Capo architetto del Governo e in quegli anni costituì una ricca collezione di reperti mesopotamici. La raccolta, tra le pochissime del genere presenti in Italia, è costituita da circa duecentocinquanta pezzi; in un primo tempo concessa in deposito gratuito dagli eredi, è stata di recente acquistata dal Comune di Mantova.Ugo-Sissa.jpg

Notevole l’estensione cronologica dei reperti databili tra la fine del VI millennio avanti Cristo e la fine del I millennio dopo Cristo. Il percorso espositivo è ordinato secondo una suddivisione che il ricercatore aveva annotato sui pezzi i luoghi di provenienza con indicazioni precise sul rinvenimento, circostanza che ha consentito di collocare i reperti nel loro contesto originario.

Le tipologie degli oggetti presenti nella collezione si estendono da utensili, ceramiche, coni, tavolette incise in linguaggio cuneiforme, mattoni, statuette, amuleti, sigilli, perle. Se gli utensili provengono dagli insediamenti più antichi della Mesopotamia e appartengono alla fase preistorica, i sigilli sono invece la passione di Sissa; sin dal suo ritorno dalla Mesopotamia vi realizza egli stesso degli studi, approfonditi da esperti e pubblicati in molte riviste coeve del settore. Compaiono infatti già in un catalogo del 1959 realizzato da Van Buren e nella Revue d’Assyriologie dell’anno successivo.tematica dei materiali, sistemati poi per provenienza e cronologia.

Collez-mesopotamica Ugo Sissa.2.jpg

Le tipologie degli oggetti consentono di conoscere e scoprire alcuni aspetti caratteristici della civiltà mesopotamica quali la vita quotidiana, l’architettura, la scrittura e la religione. Tra i materiali più interessanti vi sono tavolette con iscrizioni cuniformi, un mattone con il suggello di re Nabucodonosor, amuleti e statuette votive.

Orari in vigore:  Lunedì 13-18 — da Martedì a Domenica 9-18. Chiusura della biglietteria un’ora prima della chiusura del Palazzo.

Rispondi