SUZZARA CELEBRA L’ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE

Celebrazioni.jpg

di G.Baratti

Per celebrare il 25 Aprile, Aniversario della Liberazione d’Italia dalla dittatura fascista, il Comune di Suzzara, l’Associazione Culturale Piazzalunga, la Galleria del Premio e A.N.P.I. in collaborazione con molte realtà di associazionismo locali, hanno organizzato un ricco programma di eventi iniziato venerdì 15, fino a martedì 26 aprile 2016.

Le celebrazioni sono iniziate venerdì scorso nell’Aula Magna dell’Istituto “A. Manzoni” con la presentazione del libro Stelvio Zonta. Il maestro partigiano di Lucia Zonta, sorella di Stelvio. Si tratta di una raccolta di documenti sulle vicende dei partigiani suzzaresi sull’appennino ligure, dove Stelvio rimase ucciso.

Stelvio Zonta. Il maestro partigiano.jpg

Mercoledì 20 alle ore 11,00 presso l’Aula Magna dell’Istituto “A. Manzoni” Giacomo Notari, partigiano e presidente dell’Anpi provinciale di Reggio Emilia, parlerà del suo libro “Hai un cuore forte, puoi correre”, tradotto anche in lingua tedesca con il titolo “Ihr Partisanen, nehmt mich mit Euch! Ein Bericht aus der Resistenza”.

Alle 18,00 a Piazzalunga di Vile Zonta – GUERRE E MIGRAZIONI con la partecipazione di Emilio Pranzina, docente di Storia Contemporanea Università di Verona.

PianuraRossa-.jpg

Venerdì 22 alle ore 17,30 a Piazzalunga Cultura (viale Stelvio Zonta) presentazione del volume di Paolo Bianchi intitolato “Pianura rossa. La Resistenza a Suzzara (1943-1945)”. Oltre all’autore interverranno Maurizio Bertolotti presidente dell’IMSC Mantova, l’ on. Luigi Benevelli presidente dell’ANPI provinciale di Mantova, l’on. Renato Sandri già partigiano e parlamentare, Enrico Canova presidente dell’ANPI.

Sabato 23 aprile alle ore 11,00 – 23 APRILE 1945. LA SUZZARA LIBERATA con il professor Renzo Gualtieri presso Agorà di Viale Zonta, 34 ; mentre, domenica 24 a partire dalle 9,30, il WWF Mantovano propone un percorso guidato tra storia e natura nel Parco di San Colombano.

Lunedì 25 aprile – inizio delle celebrazioni dalle 10,30 con la deposizione della corona al monumento dei Caduti di Viale Zonta, formazione del corteo con la Corale Marenzio e le musiche sulla Resistenza suonate dal quartetto composto da Michele Grasso, Alex Guidetti, Luca Tanchella e Tiziano Bianchi. Nel pomeriggio (ore 15,00) deposizione delle corone sulle lapidi dei Caduti davanti alla Casa comunale e nelle frazioni di Riva, Tabellano, Sailetto, San Prospero, Vie Nuove e Brusatasso. Ad aprire il corteo in formazione staffetta, l’Associazione Ciclisti suzzaresi. A seguire, presso la chiesa dell’Immacolata, Santa Messa celebrata da Mons. Egidio Faglioni.

Alle 21,00 presso il Centro Sociale, ad ingresso libero, concerto della Corale Polifonica “Luca Marenzio” diretta dal M° Muzio Martini, al pianoforte Marco Martini.

Corale Polifonica Suzzarese.jpg

Gli eventi celebrativi termineranno martedì 26 con il corteo degli studenti degli Istituti IC1 “M. Hack” e IC2 “Il Milione” i quali partiranno dai rispettivi Istituti scolastici per transitare davanti al Museo Galleria del Premio, ai laboratori della Stamperia clandestina e infine, giungeranno al Monumento dei Caduti. Ad intervenire sul palco il primo cittadino, Ivan Ongari, l’assessore alla Cultura, Raffaella Zaldini e Anna Pezzella, ANPI.

 

Annunci

Rispondi