SAN BENEDETTO PO – LAMBRUSCO A PALAZZO

lambrusco a palazzo1

di G.Baratti

Nelle giornate di sabato 23 e domenica 24 aprile torna l’evento firmato ONAV  che unisce le eccellenze dei vini del territorio alle bellezze della provincia di Mantova e per la prima volta ad ospitare la rassegna sarà l’antico Chiostro di San Simeone che si trova all’interno dell’Abbazia Polirone di San Benedetto Po. Una manifestazione che unisce sempre con grande successo, la cultura del vino alla scoperta dei tesori dell’arte e dell’architettura nelle terre di Matilde di Canossa.

chiostro

vino labruscoDue giorni di eventi con 40 aziende produttrici, oltre 150 vini in degustazione, tutto ciò è la quarta edizione di LAMBRUSCO A PALAZZO, organizzato da ONAV Mantova, Modena, Parma e Reggio Emilia, in collaborazione con la Strada dei Vini e dei Sapori Mantovani e il patrocinio del Comune di San Benedetto.

Per consentire di ospitare ancora più pubblico, visto il crescente successo degli anni passati, gli organizzatori della manifestazione hanno avuto la necessità di individuare una location più ampia e quale se non l’Abbazia del Polirone, simbolo del profondo legame con la storicità e la produzione enologica del Basso mantovano.

uva lambrusco.jpg

La coltivazione della vite nell’Oltre Po mantovano ha infatti origini antichissime e il vino divenne un prodotto di riferimento per l’economia di queste terre argillose e sabbiose grazie ai monaci benedettini dell’abbazia di Polirone, fondata nel 1007 da Tedaldo di Canossa, nonno della Grancontessa. Furono proprio i frati ad effettuare per primi la selezione dei cloni di vite Lambrusca, i primi studi ampelografici e a perfezionare la coltivazione e la vinificazione. Un lavoro tanto prezioso da rendere necessaria la nomina di un “praepositus”, cioè un monaco in alto grado, investito ufficialmente dell’incarico della cura della vigna. Un vino anomalo o forse non propriamente un vino. Un’ambrosia, un icore degli dei capace di manifestare caratteristiche così specifiche e personalizzate dilettandosi nel contempo a un fantasioso universo fatto di bollicine, di toni accesi di rosso granato o tenui di rosa, così duttile e plasmabile da farsi protagonista con pari vivacità sia sulla mensa del principe, sia sulla tavola povera degli umili.

Argomenti questi che verranno approfonditi dall’enologo Giorgio Medici in occasione dell’inaugurazione di sabato 23 aprile alle ore 15 presso la Biblioteca Monastica, con un intervento sul tema “Lambrusco ? dai benedetti ai giorni nostri“.

visita cantine.jpg

Molti altri saranno infatti gli appuntamenti in calendario alle ore 17,00 – apertura ufficiale dei banchi d’assaggio presso il Chiostro di S. Simeone; ore 18,30 – degustazione guidata a cura di O.N.A.V.; ore 21,30 – chiusura dei banchi d’assaggio.

Domenica 24 Aprile: ore 14,00 Apertura dei banchi d’assaggio presso il Chiostro di S. Simeone; ore 15,00 – 18,00 Laboratori su prenotazione con turni  ogni ora differenziati per fasce d’età: 3-5 anni, 6- 10, al costo di € 2,50 a bambino (gratis per i residenti); ore 16,30 Degustazione guidata a cura di O.N.A.V. ; ore 18,30 Degustazione guidata a cura di O.N.A.V. ; ore 20,00 Chiusura dei banchi d’assaggio.Sabato e domenica a partire dalle 18,00 intrattenimento musicale.

Ingresso € 10,00 e comprende il bicchiere degustazione, assaggio illimitato di tutti i vini lambrusco e visita alle cantine cinquecentesche e al refettorio monastico.

piantina.jpg

menu copia.jpg

Annunci

Rispondi