EDIZIONI SOMETTI – DUE MODI DIVERSI DI LEGGERE IL PO

Dal_Padus_al_Po_.jpg

Venerdì 29 aprile alle ore 21 al Centro Culturale Zavattini di Luzzara (Viale Filippini, 35) verrà presentato il libro “DAL PADUS AL PO” (Ed. Sometti) con Carlo Parmigiani e Davide Papotti.

Il grande fiume, le modifiche e i cambiamenti subìti dal suo corso attraverso lo studio della cartografia storica: Dal Padus al Po è il nuovo e importante lavoro di Carlo Parmigiani che premia anni di studio sulle mappe d’archivio, quasi tutte inedite. Insieme all’autore interverrà Davide Papotti, docente di Geografia all’Università di Parma e autore della collana Gli Uomini del Fiume.

Il Po mantovano ed emiliano con le deviazioni subite nel corso dei secoli: una ricca selezione di mappe storiche inedite per ricostruire il corso antico del fiume nel Mantovano, un’area alluvionale da sempre segnata da uno stretto rapporto tra uomo e acque. Carlo Parmigiani prosegue un lavoro iniziato molti anni fa, aggiungendo un fondamentale tassello nello studio delle acque del grande fiume, in un grande volume illustrato di idrografia e storia del territorio. L’excursus storico che ha determinato i grandi cambiamenti del fiume è piuttosto lungo: il racconto di Parmigiani parte dalla rotta del 1159 che segnò la fine del Po Vecchio a favore di un tracciato molto simile all’attuale, analizzando poi, carte alla mano, tutte le successive modifiche che l’hanno portato alla conformazione dei giorni nostri.

Gigi Montali copia.jpg

Il libro “PO, LUNGO IL FIUME PAESAGGIO DI SAPORI” (Ed. Sometti) fa tappa nel Delta ferrarese,  il lungo viaggio di Gigi Montali sul grande fiume. Il fotografo parmense vi dà appuntamento Sabato 30 aprile 2016 alle 17 a Mesola di Ferrara, Palazzo della Cultura, via Mazzini 16.

Un grande libro fotografico che svela Il Po e il suo territorio dal Monviso al Delta, in un viaggio attraverso le sue terre, la sua gente e le sue eccellenze quali la gastronomia e l’agricoltura. Gigi Montali e la sua fotocamera ci accompagnano infatti per tutto il percorso del fiume, dalle pendici del Monviso con le sorgenti di Pian del Re fino al paesaggio incantato del Delta veneto-ferrarese: una lunga striscia di 652 km in cui le dolci acque del Po fanno da scenario a una varietà eterogenea di eccellenze gastronomiche e secolari tradizioni agricole. Un viaggio lento, da esploratori, in cui ogni tanto ci si ferma e si abbandona la riva per andare a conoscere e raccontare piccole grandi storie: gli uomini e le donne del fiume sono raccontati dall’obbiettivo di Montali nei formaggi freschi degli alpeggi piemontesi come nelle osterie padane profumate di culatello, nelle piantagioni di meloni e cipolle come negli allevamenti di molluschi del Delta. Le splendide immagini di Montali ci mostrano una terra fuori dal tempo segnata da mestieri antichi, a contatto con la natura, di tradizioni culinarie e gastronomiche che si rinnovano e accettano la sfida della modernità.

Annunci

Rispondi