SUZZARA – LA PASSIONE PER IL CORTOMETRAGGIO: OSPITE IL REGISTA FRANCO PIAVOLI

Premio Suzzara cinema.jpgdi Paolo Biondo

Non solo il Premio Città di Suzzara ha trovato nuova linfa nel capoluogo suzzarese, ma pure quello che un tempo era il Concorso cinematografico del passo ridotto, oggi rivisitato e proposto nella formula della rassegna. “La passione per il cortometraggio”, questo è il titolo della due giorni che si terrà a Suzzara, al Cinema Politeama tra giovedì 22 e venerdì 23 settembre 2016, con l’intento di far rivivere agli appassionati le emozioni che un evento di questa portata sapeva suscitare agl’inizi degli anni sessanta.Due serate dedicate al variegato e suggestivo mondo dei cortometraggi e in ricordo delle edizioni del concorso che hanno consentito a Suzzara di porsi al centro dell’attenzione nazionale del settore dal 1962 al 1966.

Il programma della manifestazione prevede nella serata di giovedì 22 settembre, dalle 21, la presentazione della pubblicazione dal titolo “La passione per il cortometraggio. Il concorso cinematografico del passo ridotto nell’ambito del Premio Suzzara (1962 – 1966). A parlare di questa opera e del valore che ha assunto nel secolo scorso la manifestazione suzzarese saranno: Franco Bigi presidente dell’associazione Amici del Cinema “Dino Villani”; Francesco Boccalari, presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Zavattini” e Carlo Prandi presidente dell’associazione “Amici del Museo Galleria del Premio Suzzara”.

A introdurre i lavori dell’appuntamento sarà l’assessore alla cultura, Raffaella Zaldini mentre la seconda parte della serata sarà dedicata alla proiezione di alcuni cortometraggi quali: “Sci nautico sul Po”, “La talpa”, “Morire d’Estate”, “Sgric”, “Miss vie nuove”, “Una voglia T.I.” E Omaggio a Dino Villani e Cesare Zavattini.

Franco Piavoli.jpgLa sera seguente, venerdì 23 settembre, sempre dalle 21 il momento introduttivo sarà un omaggio che i promotori fanno al regista Franco Piavoli cineasta che ha posto la propria firma su opere di sicuro valore artistico e culturale.

Con lui dialogheranno, delle sue esperienze dietro la macchina e dei progetti che ha in animo, il presidente dell’associazione “Amici del Museo Galleria del Premio Suzzara”, Carlo Prandi e il critico cinematografico Claudio Fraccari. Per rendere il tutto ancor più coinvolgente durante il confronto verranno proiettati alcuni corti realizzati da Piavoli come: “Emigranti”, “Evasi”, “Domenica sera” e “L’orto di Flora”.

Il progetto di rivitalizzazione e valorizzazione di uno dei momenti artistici e culturali tra i più significativi della storia di Suzzara, come appunto il concorso cinematografico del passo ridotto, ha preso forma in questi mesi grazie all’impegno profuso da Carlo Prandi, presidente dell’associazione “Amici del Museo del Premio Suzzara, fondatore del concorso unitamente al compianto Sergio Panizza.

In virtù della qualità delle opere e della fama dei registi che di edizione in edizione hanno cercato di aggiudicarsi l’ambito Cavallino d’Oro, premio assegnato al vincitore, il concorso ha trovato ampia risonanza a livello nazionale.

Ora Prandi e chi con lui condivide il valore sociale, culturale e artistico del progetto, vale a dire il Comune di Suzzara, la Pro Loco, il Cinema Politeama Digitale, l’Associazione culturale “Zavattini”, gli Amici Museo Galleria del Premio Suzzara e l’Associazione Amici del Premio Suzzara, partendo dalla formula della rassegna punta a ricreare gli stimoli affinché la manifestazione possa riappropriarsi del ruolo rivestito un tempo.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.