MANTOVA – DUE FESTIVAL PER RILANCIARE LA CITTÀ

Conferenza stampa 23 sett 2016  (1).jpgdal 28 SETTEMBRE  all’1 OTTOBRE 2016

ArtLab 16 e Fattidicultura viaggiano insieme per riflettere su un nuovo paradigma di sviluppo culturale, sotto la spinta propulsiva di Mantova Capitale Italiana della
Cultura 2016. I due appuntamenti, rispettivamente all’undicesima e alla terza edizione, nati come piattaforme indipendenti orientate all’innovazione delle pratiche e delle politiche della cultura, hanno deciso di muoversi parallelamente, integrandosi a vicenda, per offrire al pubblico e agli addetti del settore un programma completo e di interesse.

Dal 28 settembre all’1 ottobre 34 eventi e centinaia di operatori, storie ed esempi italiani ed europei offriranno da una parte una riflessione su idee, progetti, programmi e politiche nel segno dell’innovazione culturale, in una prospettiva europea e internazionale; dall’altra un approfondimento sul significato e le dinamiche socio-culturali dei processi di rigenerazione nei contesti urbani ed extra-urbani.

1Fatti di Cultura.jpgMantova diventa fucina di idee, occasione d’incontro, luogo di raccordo tra storia e futuro: le imprese culturali potranno farsi conoscere, piccoli centri racconteranno storie di successo e coinvolgimento di comunità e culture, professionisti e studiosi restituiranno riflessioni per guardare avanti con un approccio nuovo, concreto e sostenibile, partendo dagli spazi fisici per arrivare all’offerta culturale di un paese in mutamento che deve
imparare ad osservarsi con attenzione e a riconoscere e valorizzare le sue eccellenze.
Come spiega Ugo Bacchella, presidente di Fondazione Fitzcarraldo – “ArtLab trova in Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016 il luogo deputato a raccogliere e rilanciare gli stimoli, la passione e la vitalità che animano l’ecosistema culturale. Nella città della cultura vogliamo portare un dibattito scevro dalle retoriche mediatiche, desideroso di raccontare la tensione innovativa che muove tante realtà culturali in una prospettiva europea e internazionale, senza dimenticare che le buone pratiche non possono sussistere senza le buone politiche. Alcuni tra i più bei luoghi di Mantova saranno quindi palcoscenico di un confronto dove decisori, società civile e operatori possano formulare proposte concrete e contribuire a creare le condizioni che
consentano alla cultura di dispiegare tutto il suo potenziale per lo sviluppo dei territori“.

Il programma 2016

L’attivazione, a partire dallo spazio hub Santagnese10 Officina Creativa, di un laboratorio
permanente pubblico-privato per progettare la riattivazione di luoghi materiali ed immateriali della città e del territorio è insieme punto di approdo e di partenza. Come abitanti dell’hub officina creativa Santagnese10 ci interrogheremo – con il presidente del centro Internazionale di Palazzo Te Stefano Baia Curioni e Giuseppe Salinari, direttore generale della J.Walter Thompson – su come si comunica una città, tra promozione, brand e nuovo pubblico (giovedì 29 ore 15), per proseguire poi l’indagine su come la si immagina, con un appuntamento costruito dal nostro partner scientifico cheFare (venerdì 30 ore 10) in cui interverranno Giorgio De Finis, Maurizio Cilli e Lorenzo Romito, curatori artisti e architetti che raccontano esperienze tra Roma, Torino e l’Europa.

Sempre cheFare ci prende per mano con un appuntamento sulla rigenerazione “dal basso” (venerdì 30 ore 14,30) attraverso le storie di Idea Ginger, A di Città e il Master U-RISE dello Iuav di Venezia che forma esperti in interventi di rigenerazione urbana. Fondazione Fitzcarraldo e Pantacon uniscono le forze per un evento al Teatro Bibiena venerdì 30 settembre alle 18 che vedrà il gradito ritorno di Charles Landry, fondatore di Comedia, prestigiosa società di consulenza culturale europea, ed esperto mondiale in materia di sviluppo urbano. È uno dei padri dell’idea fondante del nostro Festivaletteratura, e incontrerà la città, Franco Bianchini, il sindaco Mattia Palazzi e l’assessore alla
cultura del Comune di Roma Luca Bergamo. Alla rigenerazione dei territori e alle sperimentazioni in piccoli e piccolissimi centri è dedicata la mattina di sabato 1 ottobre dalle 10 alle 12.30: cheFare e Pantacon portano a Mantova le esperienze di SEM – Spazi Espressivi Monumentali, il progetto dei musei dell’alto bellunese “Chiavi di Accesso”, l’esperimento “Magnificat” al Santuario di Vicoforte, il progetto triennale per abitare la natura “Jazzi” e ISA, progetto di rigenerazione rurale per il turismo sostenibile dell’Oltrepo Mantovano.
L’apertura con un workshop sulla ricerca sostenuta dal Fondo per le Industrie Creative dei Paesi Bassi sull’area IES.
L’apertura di Fattidicultura sarà assegnata ad un workshop, nei giorni di mercoledì e giovedì, dedicato agli addetti ai lavori – architetti, progettisti, designer, ma anche studenti, amministratori, specialisti del settore ambientale – curato dall’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi in Italia in collaborazione con Pantacon e il Politecnico di Milano – sede territoriale di Mantova: il punto di partenza sarà la ricerca dedicata all’area IES realizzata dall’architetto Laura Fassio, per riflettere sull’emergenza di rigenerazione ambientale del polo chimico lungo i laghi. I lavori vedranno alternarsi anche gli urban designer Cees Donkers e Judit Bax e Marten Nefs, project manager di Rotterdam. Iscrizione obbligatoria.
ArtBeatArt, fotografia e nuove collaborazioni
Torna anche ArtBeatArt, produzione Pantacon, con un nuovo appuntamento di “8 pezzi facili”, per diffondere in modo informale il linguaggio dell’arte contemporanea conoscendo un artista, il suo percorso artistico con una incursione di ospiti d’eccezione. Mercoledì 28 settembre alle 18.30 il protagonista sarà Andrea Sante Taddei mentre Teatro Magro curerà una performance dedicata ai linguaggi artistici della contemporaneità. Proseguono gli appuntamenti dedicati alla fotografia condotti da Marco Brioni e Ruggero Ughetti che hanno riempito di appassionati le sale di Santagnese10 e Fattidicultura ospita il primo appuntamento di un nuovo ciclo: venerdì 30 alle 20.45
parleranno di Spazio Ricreato, con la fotografia che racconta il paesaggio urbano.
Una collaborazione speciale è quella con Remixing Cities n.2, progetto promosso da Gai –
Associazione per il circuito dei Giovani Artisti Italiani e i Comuni di Reggio Emilia, Mantova e Siena, per tre weekend dal 23 settembre all’8 ottobre dedicati alla rigenerazione urbana attraverso la giovane creatività, con convegni workshop, spettacoli e urban art. La tappa di Mantova propone un doppio appuntamento sabato 1 ottobre con Giovanni Campagnoli autore di “Riusiamo l’Italia”, che condurrà un caleidoscopico racconto a più voci di esperienze d’avanguardia, a Palazzo Soardi alle 15 e con una contaminazione visiva e musica elettronica dalle ore 22 sul Lungo Rio e Beccherie, con Dj Rocca, Manuela Ch e Lorenzo Immovilli.
Fattidicultura per i più piccoli
Pantacon, le sue cooperative Charta e Alkémica insieme a Parasite 2.0 hanno pensato ad un momento speciale per i bambini che non si discosti affatto dal tema centrale della rigenerazione e parta proprio dal concetto di spazio: in collaborazione con Mantovaplaygrond dalle 15 alle 18 di sabato 1 ottobre sono tutti chiamati a partecipare a “Children at works – Fare Spazio”: tre laboratori si alterneranno in Santagnese10 a cura di Charta (Piantiamo la città, dalle 15 alle 16.30) e Alkémica (Giochiamoci la scienza, dalle 16.30 alle 18.00) e a cura di Parasite 2.0 al Tempio di San Sebastiano (Vita nei boschi, dalle 15 alle 18.30).
Dove e come
Fattidicultura, organizzato dal consorzio Pantacon con il sostegno del Comune di Mantova, ha la sua sede principale nell’hub officina creativa Santagnese10, che diventa anche quartier generale di Fondazione Fitzcarraldo che arriva da Torino per una nuova edizione di ArtLab16 , che ci invita a riflettere su un nuovo paradigma di sviluppo culturale, parallela, complementare e intrecciata a Fattidicultura per Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016.

Art-Lab1.jpgGli eventi di Fattidicultura sono come sempre gratuiti e aperti a tutti. L’iscrizione – con biglietto gratuito e digitale – è richiesta per questioni organizzative e per ottimizzare l’accoglienza, suggerita anche ai genitori per la partecipazione dei bambini ai laboratori.
Informazioni e iscrizioni su www.fattidicultura.it

fatti-di-cultura4_programma-definitivo-fdc16_hight-compressed-1

art5_artlab16_programma_mantova_low-1

Annunci

Rispondi