MANTOVA – AL VIA UNA RICERCA TELEFONICA TRA I NEO LAUREATI

 

spazio coworking.jpgL’investimento mantovano nella diffusione della cultura collaborativa, nelle sue diverse espressioni, sta dando buoni frutti. Molti spazi coworking sono già disponibili in diversi casi attrezzati con le strumentazioni tipiche della digital fabrication. Nel contempo, sono molti i progetti in essere o alla linea di partenza che permettono di coinvolgere direttamente e attivamente i giovani in questo tipo di attività, consentendo loro di sperimentarne le pratiche e i vantaggi preparando concretamente il proprio futuro: sviluppando contatti, collaborazioni, proprie idee da tradurre in occasioni di lavoro, in esperienze imprenditoriali o in prospettive di sviluppo per le proprie attività.

Il coinvolgimento diretto dei giovani, la diffusione di una maggiore consapevolezza circa risorse e opportunità disponibili a Mantova, oltre che una migliore conoscenza dei bisogni e delle disponibilità, sono dunque gli obiettivi che si propone l’indagine telefonica in avvio nell’ambito del progetto Opportunità Lavoro, che è stato finanziato da Fondazione Cariverona a Provincia di Mantova in partnership con Camera di Commercio per promuovere e sostenere, anche attraverso la raccolta sistematica e la messa in rete di informazioni mirate, uno sviluppo sul territorio di politiche per l’occupazione giovanile basato sulla crescita e la messa in rete delle competenze, per favorire la partecipazione dei giovani alla costruzione del proprio futuro lavorativo, per agevolare il matching domanda-offerta di competenze e per indirizzare l’offerta formativa.

In questo quadro e a questi scopi, l’azienda speciale della Camera di commercio PromoImpresa – Borsa Merci contatterà oltre mille giovani mantovani che si sono laureati nelle Università del circuito Alma Laurea nell’ultimo anno.

L’intervista rileverà, oltre alla loro situazione specifica,  l’interesse a utilizzare spazi e servizi coworking o maker, identificandone le condizioni anche nel dettaglio delle strumentazioni e dei servizi da rendere disponibili. Indagherà, inoltre, sul tipo di utilizzazione ipotizzabile delle aree operative, delle postazioni e dei servizi connessi e sugli atteggiamenti nei confronti di possibili collaborazioni tra i frequentatori dello spazio coworking e con altri soggetti, anche per lo sviluppo di nuove iniziative.

Le informazioni raccolte saranno elaborate in forma aggregata, garantendo la privacy degli intervistati – per quanto sia stato reso loro possibile lasciare un riferimento per ricevere informazioni in merito alle varie iniziative in corso di avvio – e rendendo subito dopo disponibili i risultati per un loro impiego proficuo e tempestivo.

L’indagine esplorerà  i più rilevanti aspetti in gioco nell’organizzazione delle risorse “spazio coworking” e “spazio maker”, in modo da strutturarli, per quanto possibile, “su misura” rispetto alle esigenze dei giovani laureati e definire uno scenario della “domanda” territoriale relativa alla loro utilizzazione. Attraverso la ricerca, sarà anche possibile stabilire un primo contatto in funzione degli sviluppi progettuali già ipotizzabili sulla base delle attività in corso di realizzazione.

Il confronto dei risultati con quelli della precedente indagine in tema di coworking diretta alle imprese consentirà, inoltre, di stabilire utili e proficui paralleli e confronti, identificando le logiche di una compresenza possibile tra giovani e imprese e di una loro collaborazione diretta, attraverso gli strumenti e i metodi della coprogettazione.

Per informazioni: Alessandra Veronesi – PromoImpresa – Borsa Merci

Tel. 0376.234316 – Email. lavoro@mn.camcom.it

Rispondi