MANTOVA – PRESENTATA LA 5ª EDIZIONE del CINECHILDREN INTERNATIONAL FILM FESTIVAL

 

CineChildren.jpg

È stata presentata questa mattina 15 marzo, nell’aula magna del liceo “Isabella d’Este” in via Rippa 1, la 5° edizione di CineChildren, il Festival internazionale dedicato a film che abbiano per tema il mondo dei giovani, organizzato da Amet-Associazione Musica e Tecnologia con il sostegno del Comune di Mantova. 

 

Al tavolo dei relatori erano presenti Marianna Pavesi, assessore del Comune di Mantova; Aldo Vincenzi, consigliere delegato della Provincia di Mantova; Barbara Papazzoni, referente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Mantova; Lele Barlera, ideatore e responsabile CineChildren; Maria Rosa Cremonesi, dirigente Liceo Musicale Isabella d’Este; Giancarlo Baudena, direttore artistico CineChildren; Giordano Fermi, direttore emerito del Conservatorio; Federica Sala, responsabile  sociale di territorio dello sponsor Coop Alleanza 3.0 e Graziano Mangoni, delegato Mantova Film Commission.

Dopo le 4 edizioni svoltesi tra Ostiglia e Schivenoglia, CineChildren quest’anno si tiene nel Comune capoluogo.

Dal 27 marzo al 2 aprile, a Mantova arriveranno le migliori produzioni del cinema indipendente internazionale che saranno proiettate a partire dalle ore 20,30 nell’ Auditorium del Conservatorio Campiani, ad ingresso libero e gratuito.

Delle 441 pellicole pervenute da 47 nazioni, le opere finaliste saranno 46 che si contenderanno i 9 premi in palio.

GiorgioDiritti.jpg

La cerimonia di premiazione “The winner is .. ” è prevista per sabato 1 aprile alle ore 21 e come ospite d’onore è stato invitato il regista, sceneggiatore e produttore Giorgio Diritti.

Sono 8 i premi assegnati dal Festival, con un premio in denaro alla “Migliore opera prima” e “Migliore assoluto”; mentre riceverà la targa con la motivazione il vincitore di ogni sezione: Corto di animazione, Corto documentario, Corto di finzione, Lungometraggio, Corto realizzato dalle scuole, Colonna sonora. A questi si aggiungono il nuovo premio speciale dello sponsor “Coop Alleanza 3.0” ad un’opera realizzata dalle scuole, e i riconoscimenti messi a disposizione da Gardaland Sealife, Parco Natura Viva e Funivia di Malcesine.

Per la quinta edizione, l’organizzatore Amet (associazione Musica e Tecnologia) ha stretto un connubio operativo con il liceo musicale Isabella d’Este e con il Conservatorio Lucio Campiani, che forniscono gli spazi.

lune e marte

Nell’aula magna del liceo Isabella d’Este e nell’auditorium del Campiani si terranno i laboratori mattutini e pomeridiani dedicati ai ragazzi (ma aperti anche al pubblico) sulla recitazione, le colonne sonore, l’estetica dell’attore-bambino, la recitazione, come si fanno i documentari.

merco e giove.jpg

La mattina, invece, saranno tutte le scuole di Mantova e provincia ad ospitare il Festival perché attraverso la Lim (lavagna multimediale) e una password fornita dagli organizzatori, potranno vedere i film della sezione “Corto realizzato dalle scuole” e votarne il vincitore. Questa sezione, denominata “Giudice di classe”, rappresenta il grande coinvolgimento delle scuole al Festival, che quest’anno sono avvantaggiate dall’impiego della tecnologia e non dovranno più spostare gli studenti.

vene-saba-dome.jpg

L’altra grande presenza dei ragazzi è con l’impegno di circa 30 studenti del liceo musicale,
che svolgeranno varie mansioni durante il Festival nel progetto di alternanza scuola-lavoro, mentre il buffet al termine della cerimonia di premiazione è realizzato dagli studenti dell’istituto Bonomi Mazzolari.

Per la prima volta, in gara anche film cinesi e russi, mentre la rappresentanza italiana con 27 opere di registi e attori già premiati nel panorama nazionale con David Donatello o Nastri d’Argento.

Selezionate dal direttore artistico Giancarlo Baudena, le pellicole mostrano il mondo dei giovani da due punti di vista: ci sono le storie che i registi professionisti raccontano sui giovani; ma ci sono anche i film realizzati dalle scuole in cui gli stessi ragazzi trattano temi a loro cari, come bullismo, amicizia, legalità e musica.

Dei 46 film finalisti ce ne sono 15 di animazione, 4 documentari, 16 di finzione, Il fatti dalle
scuole (Torino, Trieste, Milano, Verbano, Ascoli Piceno, Ostiglia e Poggio Rusco). Per quanto riguarda le nazionalità, 27 sono italiani, 4 spagnoli, 3 tedeschi, 1 lituano, l moldavo, 1 russo, 1 cinese, 1 canadese, 1 olandese; mentre 5 sono le coproduzioni Argentina/Spagna,
Colombia/Spagna, Australia/Italia, CinalRep Ceca, SvizzeralUsa.

Il programma dettagliato e l’elenco dei film in gara si trovano sul sito www.cinechildren.it.

 

Annunci

Rispondi