MANTOVA – PALAZZO TE: “Un raffinato bronzetto di gatto” con DANIELA PICCHI

Gatto egizio.jpg

Quarto appuntamento con la rassegna “Un’Opera al Mese” che propone un viaggio tra i capolavori dei Palazzi Te, San Sebastiano e D’Arco. Il nuovo incontro si svolgerà venerdì 21 aprile, alle 18.30, a Palazzo Te in compagnia della dottoressa Daniela Picchi, curatrice della Sezione Egizia del Museo Civico Archeologico di Bologna, che presenterà l’opera “Un raffinato bronzetto di gatto” dalla Collezione Egizia “Giuseppe Acerbi”.

La raccolta egizia, esposta permanentemente a Palazzo Te, si compone di oltre 500 pezzi raccolti da Giuseppe Acerbi, illustre mantovano, dal 1826 al 1834 Console Generale d’Austria in Egitto. Eterogenei i reperti raccolti dall’Acerbi, tra cui sono particolarmente degni di nota la grande testa bronzea della regina Arsinoe, gli amuleti raffiguranti animali e divinità, gli shuebte, statuette che fungevano da sostituo al defunto per i lavori da compiere nel regno dei morti, i vasi canopi di alabastro e una statua di gatto in bronzo, tra i più grandi e meglio proporzionati che si conoscano.

L’appuntamento è in collaborazione con il Museo civico Archeologico di Bologna.

L’incontro culturale è aperto gratuitamente al pubblico.

Annunci

Rispondi