PER CORTI E CASCINE 2017 – DOMENICA 21 MAGGIO TORNA LA XX EDIZIONE DI FATTORIE A PORTE APERTE

Corti cascine 2017.jpg

Presentata nella sede del Consorzio agrituristico mantovano la XX edizione PER CORTI e CASCINE, GIORNATA DELLE FATTORIE A PORTE APERTE che si terrà DOMENICA 21 MAGGIO dalle 9,00 alle 19,00. Al tavolo dei relatori oltre al direttore del Consorzio Marco Boschetti e Jessica Gatti, vi erano: Sergio Marelli, presidente del Comitato italiano per la sovranità alimentare, Mario Lanzi, direttore della provincia Cia est Lombardia, Giovanni Buvoli, vice sindaco di Mantova, Bernard Xueref del Civam della Drome, dipartimento della Regione Rhone Alpes.

per cascine AMB_0262.jpg

Per corti e cascine” è ormai giunta alla sua XX edizione. È un traguardo importante, coerente con i tempi della campagna che è caratterizzata da prospettive di lungo periodo. Spiega Marco Boschetti – È la festa dell’agricoltura contadina, un’agricoltura non intensiva, che impiega pratiche agronomiche rispettose della fertilità dei terreni, che gestisce in modo sostenibile le risorse naturali e tutela la bio diversità animale e vegetale, che contrasta ogni giorno il consumo del suolo, che tramanda la maestria dei contadini, coniugandola con l’innovazione, che sviluppa multifunzionalità e che cerca un rapporto diretto con i cittadini. L’agricoltura contadina è determinante per la sicurezza alimentare e per la sovranità alimentare, per la conservazione delle tradizioni enogastronomiche e della cultura rurale, che sono l’identità di tante comunità locali e che costituiscono un volano fondamentale per lo sviluppo del turismo rurale. E’ un’agricoltura che assicura inclusione sociale, capacità di rispondere ai bisogni dei cittadini e che è impegnata nella costruzione e di un equilibrio tra città e campagna.

La manifestazione, che riscuote sempre grande consenso, si svolge ogni terza domenica di maggio ed offre a tutti l’occasione di avvicinarsi alla campagna mantovana e riscoprire le aziende agricole del territorio. È un’iniziativa organizzata e promossa dal Consorzio agrituristico mantovano. Durante l’intera giornata, più di 60 aziende agricole del territorio mantovano (e non solo) ci invitano a riscoprire la maestria contadina, il paesaggio rurale e le produzioni tradizionali.

Dalle 9 alle 19, con 6 circuiti (La strada del vino e dell’olio fra le colline moreniche;
nelle Terre del Mincio; la Città agricola; la Strada del riso; l’Oltrepò mantovano; Terre d’acqua) e oltre 60 aziende partecipanti,
si potranno visitare fattorie apistiche, caseifici familiari, agri-birrifici, cantine con degustazione e vendita di vini, aziende con piante officinali e zafferano, produzioni di mostarde contadine e olio extravergine di oliva, allevamenti di struzzi, lama, suini allo stato semibrado, capre, lumache e cavalli sferrati allevati in libertà, con possibilità di brevi passeggiate in campagna, “battesimo della sella”, conoscenza di coltivazioni biodinamiche e antiche varietà di cereali, oltre a giochi di una volta e attività in fattoria didattica, mostra di trattori d’epoca, dimostrazioni di antichi mestieri e navigazioni sui Laghi partendo dal porticciolo di Porta Giulia a Cittadella con Le vie dell’acqua, alla scoperta del paesaggio fluviale caratteristico.

Prosegue il direttore del Consorzio – “Per corti e cascineed il circuito delle fattorie aperte nascono nel 1998, insieme a tante altre forme di multifunzionalità, grazie alla collaborazione con i nostri amici del francese Civam, centro di iniziativa e di valorizzazione dell’ambiente rurale, che oggi siamo felici di avere con noi. L’analoga
manifestazione del Civam, denominata “De ferme en ferme” è giunta alla sua XXV A edizione e si è svolta il 29 e 30 aprile scorsi. L’iniziativa fu poi ripresa anche dalla Regione Emilia Romagna e da tanti altri territori italiani. E’ un grande movimento di fattorie a porte aperte per far conoscere ai cittadini la fonte del cibo. L’obiettivo di “Per corti e cascine” e delle giornate di fattorie a porte aperte è, infatti, quello di richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica e dei cittadini sull’agricoltura reale, sulla fonte del cibo, che non è la scienza ma la terra ed il lavoro agricolo. In questi anni abbiamo contribuito a conoscere le trasformazioni intervenute nel paesaggio agrario e nel lavoro
agricolo. La manifestazione si svolge in contemporanea ed in collaborazione con la settimana della bonifica, perché non si può leggere il paesaggio rurale mantovano se non partendo dall’acqua e con un più ampio evento di fattorie a porte aperte organizzato dalla Cia a livello regionale.

Le aziende che partecipano sono una sessantina e questo rappresenta un risultato storico insieme all’allargamento della mappa a nuovi territori quali il basso veronese. Come di consueto gli itinerari delle visite sono liberi. Ognuno se lo crea in base alle sue curiosità. La coop Alleanza 3.0, propone un percorso che trovate in cartellina. Molteplici le iniziative in programma ma su questo riferirà la mia collega Jessica Gatti che ha curato l’organizzazione dell’evento.”

Nella stessa giornata, dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 19, grazie alla preziosa collaborazione dei Consorzi di bonifica, saranno visitabili gratuitamente con guida gli impianti idrovori di San Siro a San Benedetto Po (Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale), di San Matteo delle Chiaviche (Consorzio di Bonifica Navarolo Agro Cremonese Mantovano), Travata a Bagnolo San Vito (Consorzio di Bonifica Territori del Mincio) e l’impianto di derivazione Sabbioncello a Quingentole (Consorzio di Bonifica Burana). Sono strutture molto complesse e dalle dimensioni imponenti, che concorrono alla salvaguardia del territorio rurale e alla valorizzazione del nostro territorio. Contemporaneamente l’Ecomuseo delle risaie, dei fiumi e del paesaggio mantovano propone a Bigarello alle 10.30 e alle 16 visite guidate ai parchi e alla foresta della Carpaneta alla scoperta di alberi, arbusti ed erbe spontanee, con degustazione finale di risotto e tortelli di zucca, mentre a Castel d’Arto visita guidata al Castello medioevale e alla Torre della fame alle 11 e alle 15, con degustazione del tradizionale Risotto alla pilota DE.CO.

CARTOGUIDA_completa.pdf

Come ogni anno, la giornata si svolgerà anche in caso di maltempo: da non dimenticare scarpe comode, ombrello e impermeabile.

Per tutte le informazioni e per potervi suggerire itinerari e tappe interessanti nelle
fattorie rivolgersi a: Consorzio Agrituristico Mantovano 0376 324889, 320 7122133,
info@agriturismomantova.itwww.agriturismomantova.it .

News dell’ultima ora su FACEBOOK Agriturismo Mantova – FILO DIRETTO 320.7122133

Annunci

Rispondi