GOITO – MANUELA D’AMEN ricercatrice in ecologia porta al Parco Bertone un gioco per capire i cambiamenti climatici

manuela-d'amen

Domenica, partecipazione gratuita, il laboratorio si ripete due volte al mattino e due al pomeriggio

Una grande montagna di tre metri per due è lo scenario sul quale vengono proiettati i cambiamenti che, da oggi alla fine del secolo, la scienza prevede che si potranno registrare nel territorio, anche vicino. Cambiamenti provocati dal clima che cambia, sotto l’influenza dell’uomo e che vedranno modificare le specie vegetali e animali che vivono alle diverse altezze della montagna.

Una montagna “simbolo” con la quale domenica alle Bertone di potrà giocare, guidati da una giovane scienziata che proprio lì rimette in scena un laboratorio nato all’università di Losanna, ripetuto a EXPO e che ora approda nel Parco del Mincio.

La giovane scienziata è dott.sa Manuela D’Amen, che sta svolgendo al Parco uno stage e che è una ricercatrice “da premio”: è infatti fellow del “Marie Skłodowska-Curie actions – MSCA”, il programma della Commissione Europea che favorisce la mobilità transnazionale e sostiene la carriera dei ricercatori di talento.  L’appuntamento è quindi da non perdere ed è in programma è il 18 giugno con “La biodiversità del futuro”: un laboratorio scientifico-didattico gratuito, dedicato ai bambini fra i sei e i dodici anni e le loro famiglie, che si svolgerà quattro volte nella giornata di domenica: alle 10:30, alle 12:00, alle 14:30, e alle 16:00.

MANUELA D'AMEN

“Mi aspetto tante domande, spinte dalla curiosità che all’origine ha avvicinato anche a me allo studio di queste dinamiche” dichiara Manuela D’Amen che, dopo la laurea in Biologia all’Università di Roma Tre, ha conseguito un dottorato di ricerca tra Roma e Zurigo e che i In seguito, dopo una esperienza di ricerca al CNR, ha conquistato la prestigiosa borsa di studio europea che le ha aperto le porte della ricerca internazionale con base al Dipartimento di Ecologia ed Evoluzione all’Università di Losanna.

GIOCO ECOLOGIA.jpg

I bambini partecipando al laboratorio diventano “piccoli ricercatori”  che, in maniera interattiva e divertente, possono esplorare come la biodiversità si distribuisca nello spazio. Grazie alle simulazioni digitali e aiutati da Manuela D’Amen, potranno provare a prevedere quali effetti potrebbero avere il cambiamento del clima e delle attività umane.  Anche le famigli possono partecipare: l’evento, oltre ad avvicinare i più piccoli al mondo della scienza,  ha anche l’obiettivo di mostrare come l’attività di ricerca sul clima e sulla biodiversità coinvolga la vita quotidiana delle persone e la società a tutti i livelli.

La partecipazione è libera ed aperta a tutti. Occorre solamente decidere a quale laboratorio partecipare tra i quattro orari proposti (10:30, 12:00, 14:30, 17:00) e presentarsi cinque minuti prima alle Bertone. Il laboratorio di svolge nella sala audiovisivi. Per garantire una partecipazione attiva di tutti, i laboratori si svolgeranno per gruppi di massimo 15 bambini. L’attività e l’ingresso per i bambini sono gratuiti, gli adulti pagheranno il biglietto d’ingresso di  2 euro.

Annunci

Rispondi