MANTOVA – SI SPENGONO I MOTORI DELLA 23ª EDIZIONE TROFEO MARCO MAGELLI: Paparoni – Kovacs vincono la classica

auto museo vigili (2).jpeg.jpg

Grandi soddisfazioni da parte di tutti, organizzatori e partecipanti, di questa 23ª edizione del Trofeo Marco Magelli, organizzato dall’Associazione Mantovana Auto Moto Storiche Tazio Nuvolari. Grande l’affluenza dei soci AMAMS che hanno voluto così commemorare il socio fondatore Marco Magelli, che tutti ricordano con stima.

Il percorso che ha attraversato argini, campagne e colline ha entusiasmato tutti, compresa la parte sportiva con prove speciali non sempre facili. Le auto sono partite dal Museo dei Vigili del Fuoco dove un copioso pubblico ha potuto ammirare le belle quattroruote.

Dalle Anteguerra come La Fiat Topolino 500 A del 1938 e la sua sorella maggiore tedesca NSU Fiat 508 C Cabrio, un vero e rarissimo esempio di collaborazione tra due case storiche automobilistiche.

Le favolose Anni’50, LANCIA AURELIA B10 del 1952; le inglesi Austin Healy del 1956 e la MORRIS MINOR 1000 4 DOORS SALOON del 1957 e le diverse MG.

Gli anni 60 sono state un fiorire di Alfa Romeo e infine la bellissima Alfa Romeo NUOVA GIULIA SUPER 1300 del 1975 di Marco Magelli guidata dal papà Franco.

Le auto hanno raggiunto il Palazzo Ducale di Revere e gli equipaggi giunti da diverse zone d’Italia hanno potuto scoprire il Museo del Po dedicato al grande fiume e alle sue genti in diverse epoche storiche.

Quingetole.jpg

Attraversando i centri di Quingentole e San Benedetto Po fino hanno raggiunto la sede della cena finale.

Pellis Furio E Depetris Maria Teresa (1)

 

La serata di sabato, conclusasi magnificamente a Villa Corte Peron è stata premiata l’Alfa Romeo più bella e in questo caso, quella venuta da più lontano. Un’Alfa Romeo poiché Marco Magelli era un affezionato di questo marchio, così il signor Franco Magelli ha premiato con un omaggio della Gioielleria Azzali 1881 l’equipaggio Pellis Furio – Depetris Maria Teresa su Alfa Romeo Giulietta Sprint del 1961 provenienti da Pinerolo in provincia di Torino.

La giornata di domenica è stata caratterizzata dal tempo sicuramente meno solare del giorno prima, poche gocce però non hanno guastato la giornata.

La nuovissima Alfa Giulia di Tomasi Auto ha fatto da apripista a questa manifestazione,
Incantevole sosta alle cantine di Aldo Adami di Custoza, con una vista mozzafiato ha ritemprato gli equipaggi dopo una guida e prove importanti.

Gli scorci risorgimentali hanno fatto da sfondo a questa giornata, decretando presso Villa Arrighi di Castellaro Lagusello, i vincitori.

premi.jpg

Per la strumentazione Classica sul gradino più alto troviamo:

1PAPARONI ERMES-KOVACS ANISOARA.jpeg.jpg

Paparoni Ermes – Kovacs Anisoara del Club Amams Tazio Nuvolari su Lancia Fulvia Coupe’ 1,3 Rallye S del 1969;

2TROMBETTA SILVIO-BEATRICE-GIORGIA.jpeg.jpg

a seguire Trombetta Silvio con le figlie Beatrice e Giorgia del Registro Italiano Vw su Volkswagen 1600 Variant del 1972

3ALBERTINI ROBERTO-ROMANATO SANDRA.jpeg.jpg

Albertini RobertoRomanato Sandra del Circolo Patavino su Alfa Romeo Giulia Spider del 1964.

Per la strumentazione Libera sul podio:

1Libera-SALVETTI PAOLO-SPOZIO BRUNO.jpeg.jpg

Salvetti Paolo – Spozio Bruno di Hcc Verona su Lancia Fulvia Hf 1600 del 1969;

2Libera-MEZZADRI ANGELO.jpeg.jpg

Mezzadri Angelo di Amams Tazio Nuvolari su Alfa Romeo Giulietta Spider del 1962

3Libera-VANONI PAOLO - COSTA DIEGO.jpegVanoni Paolo – Costa Diego di Amams Tazio Nuvolari su Alfa Romeo Duetto Spider del 1965.

AMAMS Tazio Nuvolari ringrazia tutti i comuni che hanno lasciato che queste belle signore potessero circolare, gli sponsor che sono intervenuti: Tomasi Auto, Bottoli, Le Mantovanelle, Azzali 1881 e Peltro2000, i collaboratori ma soprattutto gli equipaggi che hanno partecipato in onore del nostro socio fondatore Marco Magelli.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.