ANCHE MANTOVA PARTECIPA AL PROGETTO “UNA PILA ALLA VOLTA”: raccolta differenziata delle pile tra ragazzi di 10-14 anni

CS Una Pila alla Volta1.jpg

Anche i ragazzi e le ragazze che vivono in Lombardia possono riunirsi in squadre e partecipare a “Una Pila Alla Volta”. La campagna patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, e promossa dal Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori (CDCNPA) è stata presentata questa mattina a Mantova dal Segretario Generale del CDCNPA Luca Tepsich, dal Presidente di Ancitel EA Filippo Bernocchi e dall’assessore all’Ambiente del Comune di Mantova Andrea Murari. L’obiettivo è sensibilizzare i giovani sulla corretta gestione dei rifiuti delle pile esauste che non vanno gettate con i rifiuti indifferenziati ma separati e portati negli appositi punti di raccolta sul territorio.

Nelle prime settimane di avvio del progetto, nella regione Lombardia, sono già oltre 50 i rappresentanti delle scuole iscritti al contest.

Già oggi i numeri della raccolta differenziata di pile e accumulatori portatili in Lombardia sono incoraggianti visto che con quasi 1,75 milioni di kg nel 2016 è la prima regione italiana per quantitativi raccolti. Da record anche il numero di punti di raccolta serviti dai Consorzi iscritti al CDCNPA che arriva a quota 1.128 con quasi 400 punti presso le isole ecologiche e oltre 700 presso le attività commerciali. Nella Provincia di Mantova in particolare vi sono 81 i luoghi di raccolta di cui 48 isole ecologiche e 33 punti vendita iscritti che complessivamente, nel 2016, hanno permesso di avviare al recupero circa 37mila kg di pile e accumulatori portatili.

Per far crescere ancora questi numeri, i ragazzi e le ragazze nati negli anni compresi tra il 2003 e il 2006 potranno formare una squadra e insieme ad un tutor maggiorenne andare sul sito www.unapilaallavolta.it e iscriversi al contest una vera e propria gara a chi si impegna di più nel fare e comunicare la raccolta differenziata delle batterie.

Le squadre saranno chiamate ad affrontare 5 sfide legate alla raccolta differenziata di pile e accumulatori portatili. Si passa da un quiz sul tema delle batterie a creare una scultura con le pile scariche abbandonate in casa, passando per la realizzazione di video e canzoni a tema, Potranno poi condividere i contenuti sui social network per spingere i propri amici a votare la propria testimonianza sulla piattaforma e ottenere così punti utili a scalare la classifica.

In palio per le squadre più votate ci saranno voucher da spendere per l’acquisto di materiale scolastico o sportivo del valore compreso tra 1.000 e 2.500 euro, con un montepremi complessivo a livello nazionale di 55.000 euro. Inoltre i campioni di ogni area territoriale saranno chiamati nel mese di maggio a Como per partecipare all’evento finale.

 La Lombardia è sicuramente una delle Regioni meglio attrezzate e più virtuose nella raccolta differenziata di pile e accumulatori – ha spiegato Luca Tepsich, Segretario Generale del CDCNPA – nonostante questo la quantità avviata al riciclo non è ancora sufficiente e negli ultimi anni stiamo assistendo ad un leggero calo. Per questo abbiamo deciso di puntare sulle giovani generazioni per diffondere un messaggio semplice: le batterie non vanno gettate con la spazzatura indifferenziata ma nei contenitori loro dedicati. Abbiamo chiesto loro di mettersi in gioco e di farlo insieme perché la salvaguardia dell’ambiente è una sfida che si vince insieme raccogliendo Una Pila Alla Volta”.

Le nuove generazioni sono sempre più consapevoli del valore dell’economia circolare e disponibili a collaborare da protagonisti per il bene del Paese – ha dichiarato Filippo Bernocchi Presidente di Ancitel Energia e Ambiente -. È per questo che campagne come “Una Pila Alla Volta” sono utili e significative per dare una spinta positiva sia dal punto di vista ambientale che economico. La raccolta differenziata è infatti il primo passo verso l’economia circolare; nel caso delle pile esauste, molto dannose per l’ambiente se non conferite correttamente, è ancora più importante.

Una bellissima iniziativa per la quale ringrazio il Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori e Ancitel Energia e Ambiente – ha detto l’assessore all’Ambiente del Comune di Mantova Andrea Murari -. Si tratta di un progetto che si inserisce perfettamente nel lavoro che sta portando avanti la nostra Amministrazione sulla tutela dell’ambiente e sulla raccolta differenziata, che ci vede primeggiare a livello Nazionale. La città di Mantova, infatti, si è recentemente classificata al primo posto per l’Ecosistema urbano, secondo l’indagine di Legambiente e Ambiente Italia. La nostra volontà e quella di continuare a migliorarci e portare avanti progetti ed iniziative meritorie, soprattutto rivolti ai giovani, proprio come quella di Una Pila alla Volta”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.