REGGIOLO – MOSTRA “DIPINTI E SCULTURE DEL ‘900 EUROPEO”: A VILLA DE MOLL UN INCONTRO CON L’ARTE DI SANTACHIARA

Carlo Santachiara (1937-2000) Cavallo e cavaliere, 1980, cm. 80x50x40

Carlo Santachiara (1937-2000) Cavallo e cavaliere, 1980, (cm. 80x50x40)

Villa De Moll-Pavarini, in via Guastalla 113-129 a Brugneto di Reggiolo,  secondo appuntamento del ciclo di incontri di approfondimento organizzati nell’ambito della mostra antologica “Dipinti e sculture del ‘900 europeo” dedicata a Antonio Ruggero Giorgi (1887-1983), Émile Gilioli (1911-1977) e Carlo Santachiara (1937–2000). Proprio a quest’ultimo, Santachiara, è dedicato l’incontro che si terrà domenica 3 dicembre alle ore 17 nella splendida cornice della villa. Un’occasione per conoscere l’artista da vicino con il contributo di esperti, amici e parenti. Carlo Santachiara, fumettista, scultore e grafico che da Reggiolo si trasferì a Bologna negli anni ’50 pur rimanendo sempre legato al suo paese natale. Durante l’incontro approfondiranno la storia artistica e la biografia dell’artista dal critico d’arte Francesco Piero Franchi e la compagna dell’artista Bettina Dürr.

Domenica 7 gennaio l’appuntamento sarà dedicato allo scultore e autore di opere grafiche Émile Gilioli, figlio del reggiolese Erminio e della toscana Isolina Melosi, che nasce a Parigi il 10 giugno 1911 per divenire presto uno stimato scultore. Interverranno Franco Canova e Nadia Gilioli.

Agli incontri seguirà un aperitivo a cura della Pro loco di Reggiolo.

La mostra “Dipinti e sculture del ‘900 europeo” rimarrà aperta fino al 28 gennaio 2018 i festivi e prefestivi dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 15 alle 18. Il percorso espositivo raccoglie 65 opere di Giorgi, Gilioli e Santachiara, metà delle quali dipinti e metà sculture provenienti da collezioni private, dal Museo Giorgi di Reggiolo e da Palazzo Te di Mantova. Alla mostra antologica è dedicato un volume curato dal professor Franco Canova, che presenta l’opera dei tre artisti e raccoglie i commenti dei critici.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.