PARCO DEL MINCIO – EcoSustain: boe speciali per il monitoraggio delle acque nei laghi cittadini

 

EcoSustain- boe specialiA distanza di poche settimane dall’incontro tecnico ad Atene, entra nel vivo il progetto transnazionale EcoSustain per la conservazione della biodiversità in cinque paesi europei, attraverso l’impiego di tecniche avanzate di monitoraggio delle qualità delle acque. A rappresentare l’Italia nella partnership internazionale è il Parco del Mincio, che ha scelto come campo di applicazione della ricerca le Valli del Mincio, zona acquatica di straordinario valore in termini di biodiversità ma soggetta a criticità acute, individuate nel percorso del “Contratto di fiume”.

In loco, il progetto prevede il miglioramento dei monitoraggi della qualità delle acque grazie alla posa di speciali boe dotate di sonde multiparametriche (TIC) in quattro punti strategici all’interno della riserva naturale “Valli del Mincio”. L’iter accede ora alla sua fase operativa con la pubblicazione dell’avviso – da parte del Parco del Mincio – della manifestazione di interesse per l’espletamento della procedura negoziata finalizzata all’affidamento della fornitura delle sonde. L’importo a base d’asta è pari a € 75.400,00 per la fornitura e l’installazione di dispostivi tecnologici, da completare entro il 31 marzo prossimo mentre la presentazione delle candidature alla partecipazione alla gara è possibile fino al 25 gennaio.

EcoSustain concorre a implementare le indicazioni operative in cui si articola il Contratto di Fiume, progettazione negoziata che si prefigge di disegnare un futuro migliore per il bacino fluviale del Mincio, con il coinvolgimento di oltre sessanta tra enti, istituzioni e soggetti pubblici e privati. Le sonde multiparametriche che il Parco posizionerà nella riserva naturale Valli del Mincio e sui laghi di Mantova saranno calibrate su parametri definiti in collaborazione con Arpa e con l’Università di Parma: dalla temperatura all’ossigeno disciolto alla clorofilla, che amplificano il rischio di anossia potenziale dei laghi cittadini.

I primi esiti dei monitoraggi saranno presentati nel meeting tra partner europei che sarà ospitato presso il Parco del Mincio nel prossimo mese di giugno, e che servirà a diffondere il know-how del progetto e la sua replicabilità futura,  e proseguire la discussione tra partner sulle tecniche di monitoraggio e sulla qualità dei risultati, il loro adattamento, l’applicabilità diretta e la redditività futura.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.