REGGIOLO FESTEGGIA I PRIMI 25 ANNI DELL’UNIVERSITÀ DEL TEMPO LIBERO

L’Università del tempo libero di Reggiolo ha festeggiato i suoi primi 25 anni di attività con la 100esima iscrizione e con una grande festa. Lo scorso 7 marzo i protagonisti del percorso di studi dedicato alla terza età si sono ritrovati all’Auditorium “Aldo Moro” per festeggiare l’anniversario.

Troni, Tirabassi, Angeli, Martignoni

da sx: Troni, Tirabassi, Angeli, Martignoni

All’appuntamento non sono mancati i tanti relatori storici della scuola: Giorgio Canova, Giorgio Sgarbi, Roberto Ferrari, Natalina Capiluppi, Enrico Foresti, Franco Parmiggiani, Elisa Pozzi, Bruno Merlotti, Alberto Verona, Eugenio Ferrari e Roberto Rinaldi. Alla festa hanno partecipato anche il sindaco di Reggiolo Roberto Angeli e gli assessori ai Servizi sociali e alla Cultura Sonia Cagnolati e Franco Albinelli.L’evento ha avuto inizio con il saluto di Camillo Tirabassi, memoria storica dell’Università, poi l’intervento della responsabile Laura Troni che ha presentato gli obiettivi e i risultati dell’Università del tempo libero. Subito dopo, in segno di riconoscenza per l’impegno profuso in tanti anni di attività, sono state consegnate pergamene a Tirabassi e a Enzo Martignoni. Tra gli applausi del pubblico un omaggio è stato anche consegnato alla signora Troni, che con costanza e dedizione ha permesso il successo dell’Università del tempo libero a Reggiolo. Terminato il momento ufficiale, la festa è proseguita tra musica, canti e un ricco apericena preparato dalle cuoche della Pro loco di Reggiolo.

Dalla sua nascita grazie a un’idea di monsignor Angelo Melegoni, questa scuola ha dato la possibilità a tante persone non più giovani di “dare cibo alla mente”, di avere stimoli per pensare, per incuriosirsi ancora della vita, di credere che esiste nella cultura e nel sapere qualcosa di molto utile che allontana l’idea di essere inutili solo perché non più giovani. L’attività permette a tante persone di stare insieme, di occupare il proprio tempo in modo proficuo, di condividere momenti piacevoli, di incoraggiare la relazione con persone nuove, di creare nuove amicizie e stimolare la mente e il cuore a cose belle, che danno sale alla vita a qualsiasi età.

I primi 15 anni di attività sono stati documentati dal professor Franco Canova in un libro, dedicato a monsignor Melegoni, che racconta dettagliatamente la nascita, le trasformazioni della Scuola e la presenza dei diversi relatori e iscritti. “Ci auguriamo – hanno detto gli organizzatori Camillo Tirabassi, Enzo Martignoni, Laura Troni e Daniela Simonazzi – che questa attività continui nel tempo con l’apporto di preziosi e competenti relatori assieme a una presenza attenta e motivata sempre più numerosa”.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.