CITTÀ di CURTATONE – RICORRENZA DEL 75° ANNIVERSARIO DEL MARTIRIO DEI MILITARI FUCILATI ALL’ALDRIGA

anniversario-del-martirio-allaldriga-4I dieci soldati italiani uccisi: Giuseppe Aresi, Giuseppe Bianchi, Luigi Binda, Mario Colombi, Bruno Colombo, Mario Corradini, Angelo Alessandro Corti, Luigi Pecchenini, Attilio Andrea Passoni e Francesco Rimoldi.

Ricorre quest’anno il 75° Anniversario del sacrificio dei dieci militari italiani fucilati dai tedeschi il 19 settembre 1943 alla Valletta Aldriga, in località Curtatone. Sabato 22 settembre, si terrà la cerimonia di commemorazione organizzata dalla Città di Curtatone. 

Il programma della giornata prevede

  • alle 10 il raduno dei partecipanti presso il monumento sulla ex S.S. 10 Padana Inferiore
  • alle 10.15 l’inizio delle celebrazioni, accompagnate dal coro degli studenti della scuola Secondaria di I grado “Vittorino da Feltre” di Buscoldo.

A seguire un breve momento di preghiera, l’intervento del sindaco Carlo Bottani e un’orazione commemorativa del Presidente del consiglio comunale Giorgio Maffezzoli.

Il 19 settembre 1947 venne inaugurato il monumento che il Comune di Curtatone fece erigere in ricordo dei dieci martiri di Valletta dell’Aldriga, su un terreno a fianco della Padana Inferiore, generosamente regalato dalla marchesa Maria Fochessati, vedova Guidi di Bagno.

Sul monumento furono scolpite, oltre ai nomi dei martiri, alcune parole tratte da un biglietto ritrovato il 26 ottobre 1943 presso la fossa dei Martiri: “Vidi la tomba e la gloria. Essi parlano più santamente dei vivi, testimoni della barbarie tedesca. Viva i soldati d’Italia“.

L’ALBERO. Nella Valletta dell’Aldriga, a una ventina di metri dalla fossa comune nella quale furono sepolti i dieci martiri, si erge tuttora l’albero della fucilazione. Si tratta di un pioppo (populus tremula) ritornato rigoglioso in seguito a un efficace intervento di recupero disposto nel 1997 dall’Amministrazione comunale di Curtatone.

albero_1

Nel 2006 questo esemplare arboreo, grazie all’interessamento dell’Assessorato all’Ambiente della Città di Curtatone e dell’Amministrazione provinciale di Mantova, fu inserito nel libro degli Alberi Monumentali d’Italia.

(GB- foto di repertorio)

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.