FERRARA – OFIDIA NERA e LE ALI DI IPNOS. Il ritorno del fotoromanzo e delle eroine mascherate

Un genere dimenticato eppure dal passato glorioso: il fotoromanzo torna in libreria grazie all’omaggio contemporaneo, divertente e pulp che Emiliano Rinaldi e Roberto Roda hanno confezionato e dedicato alle eroine mascherate degli anni settanta.

LE ALI DI IPNOS1

Sono due i fotoromanzi pubblicati da Editoriale Sometti Mantova e curate dal Centro Etnografico Ferrarese al centro dell’incontro alla Sala Agnelli della Biblioteca Ariostea di Ferrara, giovedì 20 settembre alle 17LE ALI DI IPNOS, fotoracconto onirico di Bruno Vidoni di fine anni Settanta, ritrovato recentemente nello sconfinato archivio dell’artista centese.

OFIDIA NERA, ironico fotoromanzo a colori contemporaneo che racconta le avventurose vicende di Ofidia nera, ladra e spia, i cui piani sono insidiati dalla dark lady Shazane e dalla fotoreporter d’assalto Velda Argus.

OFIDIA NERA.jpg

Un genere dimenticato eppure dal passato glorioso: il fotoromanzo torna in libreria grazie all’omaggio divertente e pulp che Emiliano Rinaldi e Roberto Roda hanno confezionato e dedicato alle eroine mascherate degli anni settanta.
Ofidia Nera, ladra astuta e amabile spia è incaricata di rubare e neutralizzare i grimori, pericolosi codici dal sapore occulto. A complicare i suoi piani ci sono l’affascinante dark lady Shazane e la fotoreporter ficcanaso Velda Argus, che ha deciso di porsi sulle tracce dei libri maledetti, sperando di realizzare uno scoop giornalistico. Non bastasse a intricare la vicenda ci sono un vulcano in eruzione, un’invasione aliena, animali preistorici e altre amenità…

LE ALI DI IPNOS.jpg

Dagli archivi di Casa Vidoni emerge un inedito fotoracconto, realizzato sul finire degli anni Settanta da Bruno Vidoni.
Le ali di Ipnos è una narrazione onirica connotata dall’ibridazione tra fotografia e disegno: La storia, rimasta chiusa in un cassetto per quasi quattro decenni, racconta del tentativo di un uomo che cerca di indagare il rapporto tra il sogno e il mezzo ottico, generando visioni che sembrano prendere vita.
Fino all’inevitabile epilogo…

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.