MANTOVA – CELEBRAZIONE RICORRENZA DELLA “VIRGO FIDELIS”, PATRONA DELL’ARMA DEI CARABINIERI

Questa mattina, 21 Novembre, presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi in Mantova, si è svolta la Santa Messa, officiata da Padre CRISTIAN, guardiano del Santuario Francescano, per la ricorrenza della “Virgo Fidelis”, Celeste Patrona dell’Arma dei Carabinieri. Inoltre, è stato ricordato il 77° Anniversario della Battaglia di “Culqualber”, glorioso fatto d’armi del secondo conflitto mondiale in cui, proprio il 21 novembre del 1941, un intero Reparto dell’Arma dei Carabinieri si immolò in Africa Orientale.

È stata celebrata anche la “Giornata dell’Orfano”, istituita nel 1996, che rappresenta per l’Arma, attraverso l’ONAOMAC, (Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma dei Carabinieri), l’occasione per fornire alle famiglie dei carabinieri caduti nell’adempimento del dovere un forte sostegno morale, volto ad attenuare il dolore di un vuoto che resterà per sempre incolmabile.

Alla cerimonia hanno partecipato il Prefetto Vicario di Mantova, Dottor Francesco PALAZZOLO, il Procuratore della Repubblica di Mantova Dottoressa Manuela FASOLATO, il Presidente del Consiglio Comunale di Mantova, Massimo ALLEGRETTI, il Vice Sindaco Dottor Giovanni BUVOLI, l’Assessore alla Sicurezza del Comune di Mantova, Iacopo REBECCHI, il Questore di Mantova, Dottor Paolo SARTORI, il Comandante del 4° Reggimento Contraerei “Peschiera” Colonnello Giuseppe AMODIO, altre numerose Autorità civili e Militari, il Coordinatore Provinciale dell’A.N.C. di Mantova, Guglielmo CAMPESAN, il presidente dell’A.N.C. di Mantova, Sottotenente  Mario NESPOLI e una folta rappresentanza di Sindaci della Provincia di Mantova. A fare gli onori di casa  il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Mantova, Colonnello Fabio FEDERICI, Medaglia d’Argento al Valor Civile, e tutti gli ufficiali del Comando Provinciale di Mantova.

Al significativo evento hanno aderito numerosi carabinieri in servizio con i loro familiari e parecchi militari in congedo, appartenenti alle Sezioni dell’Associazione Nazionale Carabinieri della provincia di Mantova con i loro labari e stendardi.

VIRGO FIDELIS 9.jpg

Tra i numerosi ospiti vi erano alcune vedove e orfani nonché familiari di Carabinieri caduti in servizio. In particolare la Signora Giovanna DI RE, figlia Maresciallo Maggiore Aiutante Mariano DI RE, “Medaglia d’Argento al Valor Civile alla Memoria”, l’Avvocato Luigi ELEFANTE, figlio del Carabiniere Scelto Giovanni ELEFANTEVittima del dovere”, e la Signora Simona BRIGONI unitamente alla figlia Samuela, vedova dell’Appuntato Scelto Giuseppe DE ZOLT.

VIRGO FIDELIS 13.jpg

La funzione religiosa, allietata dal Coro della Parrocchia di San Giorgio dì Castellucchio, è stata caratterizzata da toccanti momenti, accompagnati dall’esecuzione del silenzio fuori ordinanza in onore dei caduti, come quello dell’offertorio.

La preghiera del Carabiniere è stata recitata dal Maresciallo Rosy FERRACANE, mentre la rievocazione del fatto d’armi relativo alla Battaglia di Culqualber e la ricorrenza delle “Giornata dell’Orfano” è stata illustrata dal Capitano Gabriele SCHIAFFINI, Comandante della Compagnia Carabinieri di Viadana.

VIRGO FIDELIS 12.jpg

La giornata si è conclusa con l’intervento del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Mantova, Colonnello Fabio FEDERICI, che ha ringraziato tutti gli intervenuti sottolineando “l’importanza spirituale dell’occasione che costituisce un ulteriore momento di vicinanza e riflessione tra la comunità e l’Arma dei Carabinieri”. Inoltre l’Ufficiale ha annunciato che: ”il Vescovo di Mantova, Mons Marco BUSCA, con i Carabinieri in congedo e in servizio organizzeranno nel mese mariano del prossimo anno, il 30 maggio, un pellegrinaggio al Santuario della Madonna “Virgo Fidelis”, protettrice dei carabinieri, situato nell’astigiano a Incisa Scapaccino, città natale di Gian Battista Scapaccino prima medaglia d’oro al valor militare dell’Arma dei Carabinieri”.

Il Colonnello FEDERICI ha altresì colto l’occasione di “rendere merito”, ad uno ad uno chiamandoli al suo fianco sull’altare, ad una rappresentanza dei 18 Carabinieri che nell’anno in corso, nei territori mantovani, hanno riportato ferite o lesioni in servizio:

  • C.S. Nicolò DI MARZO, ferito nel corso dell’arresto di una persona di grave stato di alterazione;
  • Magg. Angelo MAGNAGUAGNO, ferito nel corso di un controllo ad un pregiudicato in evidente stato di ebbrezza alcolica;
  • Ord. Einar Pietro RONCONI e Car. Antonio STAGNI, feriti a seguito di colluttazione con un pregiudicato in evidente stato di alterazione;
  • Brig. Agostino SOLLAI, ferito a seguito di colluttazione con un pregiudicato arrestato per danneggiamento e procurato allarme;
  • Gaetano ARONICA, ferito a seguito di colluttazione con un pregiudicato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti,
  • Matteo MAGLIOCCO, ferito a seguito di colluttazione nel corso dell’arresto di due pregiudicati in stato di alterazione.

Il Comandante Provinciale nel concludere, per sottolineare l’importanza della giornata e lo spirito di fedeltà del Carabiniere, ha voluto richiamare e condividere con tutti i presenti una frase pronunciata dal vice brigadiere Salvo D’Acquisto, il 23 settembre 1943, poco prima di essere fucilato dai nazisti, essendosi consegnato nelle loro mani in cambio della libertà di 22 ostaggi: Se muoio per altri cento, rinasco altre cento volte: Dio è con me e io non ho paura!”

(servizio fotografico a cura Carabinieri Mantova)

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.