BERLINO – LA PITTRICE MANTOVANA SILVIA CAIMI, RISCUOTE GRANDE SUCCESSO ALLA GALLERIA LACKE & FARBEN

Grande successo a Berlino per l’artista mantovana Silvia Caimi che sabato 24 novembre alla galleria LACKE & FARBEN, in Brunnenstrasse 170 a Berlino, si è aperta alla presenza della pittrice, la mostra “Italians in Berlin”, progetto espositivo ideato da Domenico Monteforte.

L’esposizione vede la partecipazione di selezionati artisti italiani che con la loro arte valorizzano e promuovono “l’italianità” nell’arte e nella cucina. L’idea infatti nasce dal fortunato volume, edito dalla Giorgio Mondadori, “L’Arte in cucina”, dove si abbinano eccellenze enogastronomiche italiane all’arte del Belpaese. Un connubio vincente che approda in questa magnifica galleria berlinese fino al 2 gennaio 2019.

Durante l’evento, alla presenza del Ministro Plenipotenziario Reggente dell’Ambasciata italiana in Germania Gaudiano, Silvia Caimi è stata menzionata tra gli artisti selezionati anche all’interno del volume “Profili d’artista” presentato nella stessa serata dal curatore e critico d’arte Giammarco Puntelli.

Un focus sulla personalità e i futuri impegni dell’artista: nel 2019 esporrà in Italia alla Rocca Sanvitale di Fontanellato e all’estero, sarà nuovamente a Berlino e al Museo di Tirana.

Silvia Caimi ripropone nelle sue tele a olio monocrome l’incontro con l’essenziale e il divino attraverso i suoi magnifici, dinamici e originalissimi JUMP. Corpi in movimento, figure in qui il gesto atletico rappresenta un passaggio temporale e un’evoluzione morale dell’uomo. Ha partecipato a numerose mostre nazionali e internazionali – New York, Miami, Londra, Roma, Milano e ha ricevuto numerosi premi prestigiosi, tra cui la Medaglia di merito artistico del Presidente della Repubblica Italiana.

Nel febbraio 2018 è stata invitata ad esporre in una mostra personale presso l’Istituto Italiano di Cultura di San Francisco. Attualmente espone in permanenza a New York e a San Francisco.

 

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.