REGGIOLO – RICOSTRUZIONE POST SISMA: lettera ai privati per sollecitare la corretta consegna delle pratiche per l’avvio dei lavori

Roberto Angeli-sindaco di ReggioloA Reggiolo la ricostruzione post sisma continua. Ad oggi le pratiche della ricostruzione privata sono 275 e hanno ottenuto contributi complessivi di circa 110 milioni di euro. Un risultato importante per Reggiolo che raggiunge il 75% degli interventi previsti e realizzati.

Le pratiche ferme a causa di ritardi da parte dei tecnici privati sono una cinquantina. Proprio in questi giorni l’amministrazione comunale ha inviato una lettera ai proprietari per sollecitare la corretta consegna di tutta la documentazione. Lo scopo è quello di procedere in modo più rapido alla chiusura delle pratiche e avviare i restanti cantieri.

L’intenzione è di accelerare ancor più la ricostruzione privata – ha spiegato il sindaco di Reggiolo Roberto Angeli – In questi anni siamo riusciti a far rientrare nelle loro case quasi tutte le famiglie. Oggi ne rimangono ancora una ventina fuori e per questo abbiamo bisogno di chiudere cantieri e far partire quelli che sono fermi per motivi legati alle mancanze progettuali. L’Ufficio tecnico comunale composto da 12 tecnici è ogni giorno a disposizione per cercare di trovare le sinergie giuste per risolvere le problematiche e far partire i cantieri. Oltre ad istruire le pratiche, in questi anni è stato molto importante il controllo post cantiere degli edifici per evitare di lasciar spazio a possibili speculazioni di privati sui fondi del terremoto. A distanza di sette anni dal sisma ogni cantiere viene controllato cinque volte durante la fase dei lavori e ricontrollato poi successivamente a distanza di due anni dalla fine dei lavori per verificare che tutte le regole legate alla destinazione d’uso siano completamente rispettate, pena la revoca e la restituzione del contributo assegnato in precedenza”.

(foto Comune Reggiolo)

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.