MANTOVA – CONTROLLI A TAPPETO DEL TERRITORIO DA PARTE DEI CARABINIERI: 19 PERSONE DENUNCIATE PER RAPINA, TRUFFA, FURTO AGGRAVATO e RICETTAZIONE 

Nella giornata di ieri 18 Febbraio 2019 è stato effettuato un massiccio servizio di intensificazione di controlli da parte dell’Arma dei Carabinieri su tutto il territorio di Mantova ed hinterland, Marmirolo, Bagnolo San Vito e Sustinente, per l’espletamento di servizi ad alto impatto di contrasto dei reati predatori in genere, contro la persona con particolare riferimento ai controlli presso i locali pubblici, controllo alla circolazione stradale, contrasto al traffico di sostanze stupefacenti e vigilanza delle aree maggiormente a rischio, che hanno portato i seguenti risultati:

CC CONTROLLI A TAPPETO.jpg

  • 12 militari impiegati;
  • 6 mezzi impiegati;
  • 6 posti di controllo effettuati;
  • 50 persone identificate;
  • 39 mezzi controllati;
  • 3 aree sensibili e parchi controllati;
  • 5 esercizi pubblici controllati;
  • 2 violazioni al C.D.S. accertate;
  • 10 punti sottratti dalla patente di guida;
  • euro 6000 di refurtiva recuperata;

Nello specifico, alcune denunce sotto illustrate:-

  • tre persone denunciate, un 41enne, un45 enne ed un 42enne originari dell’Est Europa residenti a Verona, per i reati di “furto aggravato in concorso e ricettazione”. Due dei soggetti, introdottisi all’interno di un esercizio commerciale del centro cittadino e dopo aver danneggiato il sistema antitaccheggio, hanno asportato un orologio smart-watch per poi consegnarlo al loro complice che li attendeva nel piazzale antistante al predetto esercizio. Nella circostanza, l’intervento dei militari operanti, ha permesso bloccare ed identificare i tre soggetti, nonché di restituire la merce rinvenuta all’avente diritto. Hanno inoltre denunciato per il reato di “furto aggravato in concorso”, tre ragazze 18enni residenti nel mantovano. Predette, hanno asportato vari oggetti di bigiotteria, alcuni capi d’abbigliamento e vari cosmetici dagli scaffali di tre differenti esercizi commerciali siti nel centro cittadino. Nella circostanza, solo l’immediato intervento dei militari sul posto, ha permesso di rintracciare le tre donne nelle vie limitrofe e di recuperare l’intera refurtiva restituendola in seguito all’avente diritto;
  • denunciata una 31 enne extracomunitaria residente a Milano, per il reato di “tentata rapina in concorso”. Predetta, unitamente ad un’altra donna ancora in fase di identificazione, ha tentato di asportare alcuni prodotti all’interno di un esercizio commerciale del centro cittadino, venendo però scoperta dalla proprietaria. Nella circostanza, la donna dopo essere stata momentaneamente bloccata, è riuscita a divincolarsi e a fuggire a piedi per le vie limitrofe, abbandonando però tutta la refurtiva all’interno del negozio;
  • denunciati un 51enne ed un 40enne extracomunitari, in Italia senza fissa dimora, per il reato di “furto aggravato in concorso”. Predetti, hanno asportato cinque maglioni in cashmere, dall’interno di un esercizio commerciale sito nel centro cittadino. Nella circostanza, solo l’immediato intervento dei militari sul posto, ha permesso di rintracciare i due individui nelle vie limitrofe e di recuperare l’intera refurtiva restituendola in seguito all’avente diritto;
  • denunciato un 20enne nord africano residente in provincia di Reggio Calabria per il reato di “tentato furto”. Predetto, è stato sorpreso dagli addetti alla sicurezza di un centro commerciale, ad asportare dagli scaffali alcune confezioni di calze. Nella circostanza, sono intervenuti sul posto i militari operanti che hanno dapprima identificato l’uomo ed in seguito, restituito la merce di tenue valore all’avente diritto;
  • denunciata una 27enne italiana residente nel napoletano, per il reato di “truffa”. Predetta, dopo aver pubblicato un annuncio online di vendita di una playstation 4 ad un prezzo conveniente, si è fatta accreditare dall’acquirente la somma pattuita, omettendo poi di inviargli la merce. Nel medesimo contesto, hanno inoltre denunciato per lo stesso reato, un 45enne italiano residente a Trieste. Predetto, dopo aver pubblicato un annuncio online di vendita di un generatore elettrico a prezzo conveniente, si è fatto accreditare dall’acquirente la somma pattuita, omettendo poi di inviargli la merce;
  • denunciate sette persone, residenti nel mantovano, per i reati di “attività di gestioni rifiuti non autorizzata, attività di gestione dei veicoli fuori uso e dei rifiuti costituiti dai relativi componenti e materiali e invasione di terreni deturpamento in concorso e continuato”. Predette, durante un controllo all’interno di una ditta abusiva di autodemolizioni e commercio di parti di veicoli, sono state sorprese a smaltire materiale ferroso e rottami metallici nonché rifiuti speciali e pericolosi, senza le prescritte autorizzazioni. Nella circostanza, tutto il materiale ed i mezzi rinvenuti, sono stati sequestrati.

Questa operazione va ad inserirsi in una più vasta strategia posta in essere, negli ultimi tempi, dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Mantova, finalizzata ad aumentare la sicurezza reale e percepita di tutti i cittadini della provincia.

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Mantova, Colonnello Fabio FEDERICI, ha espresso il suo vivo apprezzamento ai militari operanti, per l’accurato servizio svolto e per i positivi obiettivi conseguiti.

(foto CC)

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.